Economia

Cartiera di Varazze: Comune e Provincia si fanno garanti

Savona - cartiera varazze protesta

Provincia. Si è concluso l’incontro in Provincia con le sigle sindacali per la vertenza in atto sulla Cartiera Verde di Varazze. Al vertice hanno preso parte anche l’Unione Industriali di Savona ed il Comune di Varazze. I lavoratori hanno manifestato per tutta la mattinata davanti a Palazzo Nervi: 90 i posti di lavoro diretti ed indiretti a rischio per la difficile situazione dell’azienda.

“L’amministrazione provinciale di Savona ed il Comune di Varazze hanno garantito, oltre che il loro impegno a seguire con grande attenzione
le vicende attinenti alla cassa integrazione ed al possibile rilancio delle lavorazioni, in particolare, il massimo impegno per verificare la possibilità di risolvere ogni di po di problema urbanistico ed amministrativo attinente alle vicende legali relative all’area occupata dal capannone adibito ad uso magazzino” ha sottolineato l’assessore provinciale Giorgio Garra.

Il comune di Varazze si è reso disponibile a farsi parte attiva per convocare un incontro tra la proprietà dell’azienda ed il privato proprietario della porzione del sedime su cui insiste una parte del magazzino, al fine di valutare le possibili definizioni anche transattive delle vicende legali che da tempo si trascinano.

“Esprimo grande apprezzamento per il senso di responsabilità e l’impegno dimostrato dal Comune di Varazze – ha detto il presidente della Provincia, Angelo Vaccarezza – e ribadisco che, in caso di un’auspicabile positiva definizione delle problematiche legali in atto, la Provincia di Savona sarà
al fianco dell’amministrazione comunale varazzina per dare la Sua piena disponibilità a risolvere ed agevolare legittimamente ogni ulteriore situazione relativa a vincoli ed autorizzazioni di carattere urbanistico, idrogeologico – ambientale ed, in genere, amministrativo, che si dovessero ulteriormente verificare”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.