Zichichi a Savona: "Ritorno al nucleare passo fondamentale per l'Italia" - IVG.it
Economia

Zichichi a Savona: “Ritorno al nucleare passo fondamentale per l’Italia”

Savona. E’ stata l’energia, ed in particolare il nucleare, il tema centrale affrontato dal professor Antonio Zichichi nel breve breafing tenuto con i cronisti presso il palazzo della Provincia, dove il noto fisico sta tenendo in questi minuti la conferenza pubblica nell’ambito del progetto “EEE – Extreme Energy Events”.

Per Zichichi il ritorno al nucleare è un passo fondamentale per l’Italia e il suo futuro energetico. “Quando finiranno le fonti di approvigionamento energetico tradizionali legate al carbone e al petrolio l’Italia che farà? Tornerà all’età della pietra?” si chiede Zichichi. Il problema per il noto professore è solo di carattere culturale: “Noi conosciamo il nucleare solo per Hiroshima, Nagasaki e l’incidente di Cernobyl. Quest’ultimo provocato da un errore umano da parte di raccomandati politici che lavoravano nella centrale sovietica”.

“Quindi il nucleare sì, perché è energia pulita e a basso costo. A patto però che la sua gestione venga affidata a scienziati veri e a personale capace”. Questo il pensiero del professore anche in risposta a chi dice che il nucleare è un treno già perso per l’italia e che nessuno vuole centrali nel proprio territorio.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.