Politica

La Guarnieri visita i giovani Yepp: “Se vinco, pieno sostegno alle loro iniziative”

Rosy Guarnieri

Albenga. L’assessore provinciale Rosy Guarnieri, capogruppo Lega Nord in Consiglio Comunale e candidato Sindaco del centrodestra ad Albenga, ha incontrato ieri sera i ragazzi e le ragazze del gruppo Yepp Albenga. Si è trattato di un incontro cordiale e costruttivo, in cui i componenti dell’associazione, un progetto internazionale che mira a migliorare la qualità della vita dei Giovani nei territori in cui vivono, hanno presentato il proprio gruppo e i propri progetti al candidato sindaco.

La Guarnieri ha mostrato grande interesse per le iniziative organizzate dal gruppo Yepp, garantendo, in caso di elezione a sindaco, pieno e concreto sostegno, cosa che a suo avviso è venuta a mancare negli anni scorsi: “Non sempre le istituzioni hanno assistito e affiancato le iniziative delle associazioni, ad Albenga. La mia amministrazione dovrà essere sempre presente, per dare una mano ai lodevoli progetti del gruppo Yepp e degli altri gruppi di volontariato: io stessa mi darò da fare come se fossi una componente dello Yepp, per collaborare ai progetti e offrire contributi come Comune”.

In particolare, il candidato Sindaco ha elencato alcuni degli interventi che intende realizzare: “E’ di massima urgenza destinare una sede al gruppo Yepp, dal momento che finora nessuno ha provveduto”. In disaccordo con la destinazione presso l’ex cinema Astor, prevista dall’attuale amministrazione, l’ass. Guarnieri ha identificato l’attuale caserma dei Vigili Urbani, che sarebbe disponibile dopo il trasferimento di questa nel centro cittadino.

“Una vera e propria ‘Casa degli Artisti’ con sede nella caserma dei Vigili Urbani” è questa la promessa che l’assessore Rosy Guarnieri ha fatto ai giovani dello Yepp. Inoltre, su sollecitazione del gruppo, come previsto dal programma della lista “Giovane Albenga”, a sostegno della sua candidatura, il capogruppo Lega Nord ha promesso la creazione del “Consiglio Comunale dei Ragazzi” (C.C.R.), organo effettivo e non simbolico, al fine di far familiarizzare i giovani alla vita pubblica per favorire l’apprendistato educativo alla cittadinanza, per fare della partecipazione sociale una delle vie per contenere il disagio, prevenire la devianza, valorizzare il significato della parola “democrazia”.

“Un vero consiglio dei giovani, non solo di facciata. Una scuola di formazione per far diventare i giovani soggetti attivi nel mondo della politica amministrativa della città” ha concluso la Guarnieri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.