Cronaca

Camionista minacciato con una pistola dal gestore di un’area di servizio sulla A10

Controlli stradali

Varazze. Ieri sera la Squadra Mobile di Savona insieme agli uomini della Polstrada, sezione Genova Sampierdarena, hanno denunciato il gestore di un’area di servizio (T.A., 37 anni) che si trova sulla A10 per minacce aggravate nei confronti di un camionista napoletano.

Il malcapitato stava percorrendo col suo tir l’autostrada quando, a causa di un guasto tecnico, ha dovuto fermarsi nella più vicina area di servizio. Qui, l’autotrasportatore è riuscito a raggiungere a stento le pompe di benzina ma, probabilmente per un problema alla centralina, non ha potuto più muoversi nè spegnere il motore. Questo ha a dir poco irritato il gestore che, in malo modo, ha ordinato al camionista di spostarsi per far passare le altre auto pronte a fare il pieno, incurante del fatto che l’uomo non avesse responsabilità per l’accaduto e per il guasto che lo teneva bloccato lì. Ne nasce così una discussione accesa al culmine della quale il gestore dell’area di servizio estrae dalla tasca una pistola e, al grido “Se ti faccio un buco in testa vediamo se sposti il camion!”, minaccia il malcapitato che, terrorizzato, riesce ad avvisare la Polizia.

All’arrivo degli uomini della Squadra Mobile il proprietario dell’area di servizio tenta di difendersi dicendo di possedere il porto d’armi – quasi come se questo lo autorizzasse a minacciare di morte chiunque gli desse fastidio – per poi rassegnarsi finalmente alla sua “sorte”. Nella sua abitazione gli agenti hanno trovato altre due pistole (una pistola a tamburo Smith & Wesson completa di 5 cartucce 357 Magnum mentre un’altra, una pistola semiautomatica Beretta mod. PX4 Storm completa di caricatore bifilare con 15 cartucce cal. 9×21) tutte regolarmente detenute, e lo hanno denunciato in stato di libertà. La pistola utilizzata per minacciare il povero camionista è stata così sottoposta a sequestro penale, mentre le altre due a sequestro cautelativo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.