Albenga, differenziata e inceneritore: Tonarelli e Milani contro la Guarnieri - IVG.it
Politica

Albenga, differenziata e inceneritore: Tonarelli e Milani contro la Guarnieri

Carlo Tonarelli

Albenga. Carlo Tonarelli, candidato alle elezioni regionali lista Noi con Claudio Burlando, e Davide Milani, candidato indipendente alla lista Pd per il Comune di Albenga, attaccano le proposte del candidato sindaco Rosy Guarnieri sulla differenziata.

“Sentiamo puzza di bruciato…da inceneritore! Le proposte della Guarnieri (che ripetono pedestremente le convinzioni dell’assessore provinciale all’ambiente) le riteniamo sbagliate per tre motivi. Uno culturale: torniamo indietro di una consapevolezza e responsabilità acquisita dai cittadini di Albenga, uno economico: è falso dire che questa raccolta differenziata di stampo industriale costi meno del porta a porta e infine il lavoro di separazione dei rifiuti con le mani negli impianti è un lavoro da schiavi” osservano Tonarelli e Milani.

“Per noi il rifiuto è una vera risorsa anche economica. Sul territorio ligure stiamo portando avanti proposte per la nascita di eco-punti nei quali i rifiuti vengono pagati al cittadino, e questa non è una trovata elettoralistica ma confermata da centinaia di eco-punti attivi in tutta Italia. Questa è una fra le tante risposte alla soluzione dei rifiuti in un quadro di sviluppo sostenibile” concludono il candidato alle elezioni regionali della lista Noi con Claudio Burlando e il candidato indipendente alla lista Pd per il Comune di Albenga.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.