IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, omicidio alla foce: fermati i due presunti colpevoli foto

Albenga. Agg. h 16,45. Sono due le persone fermate, entrambi nati all’estero ma uno con cittadinanza italiana, con l’accusa di essere i responsabili della morte del magrebino ritrovato cadavere questa mattina alla foce del Centa. La vittima si chiamava Hassan Oayane e alla base del delitto ci sarebbe una banale lite.

Agg. h 14,35: In queste ore i carabinieri stanno sentendo in caserma alcune persone che potrebbero essere informate sui fatti. Dalle testimonianze i militari sperano di raccogliere elementi utili all’identificazione dell’assassino o degli assassini. Per il momento dall’Arma smentiscono le voci di arresti. Per ora nessuno è stato arrestato con l’accusa di omicidio.

Nel frattempo, da una prima ispezione sul corpo della vittima, sembrerebbe che a provocare la morte siano state delle coltellate. Resta quindi da capire se le ferite sulla testa siano state provocate dalla caduta dell’uomo sul greto del torrente o se siano state provocate da un’arma bianca. In caserma è stata portata, per i rilievi del caso, anche la bicicletta della vittima.

– Potrebbe essere italiano il responsabile dell’omicidio del magrebino trovato questa mattina senza vita ad Albenga, in zona foce.

Voci ufficiose parlano di indagini rivolte in particolare al mondo dello spaccio nella zona di Leca d’Albenga. L’assassino, o gli assassini, potrebbero essere dunque tossicodipendenti che gravitano nella frazione ingauna. Potrebbe dunque trattarsi di un regolamento di conti, per questioni riguardanti lo spaccio della droga, o di un delitto frutto di una lite degenerata tra persone in quel momento “su di giri”.

I Carabinieri di Albenga indagano comunque in tutte le direzioni, senza escludere alcuna ipotesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bill Fraser
    Scritto da Bill Fraser

    …Scusi sig. Paoloncino…ma Lei fa le dichiarazioni dei redditi per i Carabinieri…oppure da solo “aria” alla tastiera?

  2. Scritto da Paoloncino

    Arianna ma come al solito parli a vanvera…lì non ci sono telecamere…lo ha detto lo stesso Tabbò…..!!!!! E piantala con sti fondi alla polizia…la polizia invece di andare a fare multe in giro dovrebbe sorvegliare i posti “malsani” ocme questi!!!!! Credimi che sono pagati…e tante volte anche troppo per quello che fanno!!!!!

  3. Scritto da vespa

    @ pirata, speranze vane!! Bossi ha già dato il meglio di se stesso con la Bossi-Fini, che ha riempito l’Italia di clandestini, poi…… non è più riuscito a fare nulla.

  4. arianna
    Scritto da arianna

    Bravo pirata .. hai detto bene: “fare leggi più severe” e sopratutto le faccia rispettare …anzichè tagliare i fondi alle forze di polizia ridurre i tempi di prescrizione e cercare di delegittimare l’azione della magistratura !!! ..
    Rilevo che nel caso avessero individuato i responsabili di questo grave episodio è grazie alle telecamere che ha fatto installare il Sindaco Tabbò e che la candidata Rosalia ha sempre ritenuto inutili !!

  5. pirata
    Scritto da pirata

    Oggi pomeriggio arriverà Umberto Bossi per sostenere la Guarnieri, speriamo che lui si renda conto della feccia che c’è ad Albenga e riesca a fare Leggi più severe contro questa gentaglia inutile, che con questi crimini fa spendere molto denaro pubblico!