Regionali, in Liguria il partito Radicale corre da solo - IVG.it
Politica

Regionali, in Liguria il partito Radicale corre da solo

Elezioni 3

Regione. Il ginecologo Silvio Viale sarà il candidato presidente alla Regione Liguria per il partito Radicale nelle elezioni del 28 e 29 marzo. La lista Bonino-Pannella oggi a Palazzo Ducale a Genova ha annunciato di correre da sola alle elezioni regionali di marzo, né alleata con il Pd, né con il Pdl.

Come spiega lo stesso Viale la ragione della scelta è che “abbiamo cercato Burlando, ma non c’è stata neppure una risposta”. Il partito Radicale quindi corre da solo al voto in Regione, candidando come capilista in Liguria: il ginecologo Silvio Viale a Genova, i militanti radicali Deborah Cianfanelli alla Spezia, Francesco Zanardi a Savona e Gian Piero Buscaglia a Imperia.

“E’ inammissibile che il candidato presidente del Partito democratico non voglia o si vergogni di discutere con i Radicali – ha detto Viale – forse siamo scomodi nella regione del cardinale Bagnasco, diamo fastidio. Ma noi vogliamo continuare la nostra battaglia per la laicità”.

“Burlando – ha continuato – è stato l’unico candidato del centrosinistra in Italia che non si è mai confrontato con i Radicali per le elezioni regionali. Assurdo. I radicali hanno voglia di avere eletti in Regione per la laicità politica, economica e della sanità”. Il candidato presidente Viale ha infine invitato il partito alla raccolta firme: ne servono almeno 3.750 in Liguria entro il 26 febbraio per poter competere

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.