Coppa Len, gioia Rari Nantes: è semifinale - IVG.it
Sport

Coppa Len, gioia Rari Nantes: è semifinale

Sport10

Savona. E’ stata una battaglia dura e combattuta fino all’ultimo secondo. Alla fine la Carisa Rari Nantes ce l’ha fatta: è in semifinale. I biancorossi hanno prevalso per 10 – 8 sul Ferencvárosi Torna Club Budapest, ribaltando il 7 – 8 subito all’andata. Nel complesso, solamente 1 goal di scarto in favore dei savonesi: quanto basta per passare il turno.

Questa sera la piscina Felice Cascione di Imperia, casa della Rari Nantes Savona negli impegni europei in attesa del completamento dell’impianto di corso Colombo, presentava il colpo d’occhio delle grandi occasioni, con circa 700 spettatori. Oltre ai fedeli appassionati e agli addetti ai lavori, erano presenti molti atleti del settore giovanile del Savona giunti appositamente con un pullman e i ragazzi della Torcida Biancorossa. In tribuna anche diverse autorità politiche.

La Rari Nantes ha ritrovato per questa importante serata sia Rizzo che Goran Fiorentini. Dopo una prima frazione di gioco tesa e poco divertente, nella quale le due squadre si sono equivalse, la chiave di volta del match si è avuta nel secondo quarto, quando la Carisa Savona ha piazzato il break, andando all’intervallo sul 6 – 4.

Ottenuto il vantaggio cercato, la squadra del presidente Franco Fresia ha lottato per mantenerlo, contenendo i tentativi di riaggancio avanzati dagli ungheresi. Frequenti botta e risposta nel terzo tempo, terminato con 4 segnature per parte. Tutt’altra storia ha avuto l’ultima frazione: l’FTC ha cercato invano di perforare la difesa biancorossa. Privi di Weszelovszky, espulso per proteste a 4′ 45″ dalla fine del terzo tempo, gli ospiti hanno con il passare dei minuti allentato la pressione e il Savona ha così mantenuto fino alla fine il prezioso margine di scarto.

Da segnalare che il Savona ha trasformato un rigore con Rizzo ma ne ha sbagliati altri due. Con l’uomo in più la Rari Nantes ha segnato 6 reti su 9 occasioni; gli ungheresi 5 su 8.

A fine partita soddisfatto il tecnico Claudio Mistrangelo: “Ci siamo creati qualche difficoltà all’inizio, ma è andata bene. Ora attendo il sorteggio per conoscere i nostri prossimi avversari. Però mi piacerebbe incontrare lo Spandau Berlino”.

Il tabellino:
Carisa Rari Nantes Savona – Ferencvárosi Torna Club Budapest 10 – 8
(Parziali: 1 – 1, 5 – 3, 4 – 4, 0 – 0)
Carisa Rari Nantes Savona: Pastorino, Varellas 1, F. Mistrangelo, Giacoppo 1, Damonte, Rizzo 1, Janovic 3, Angelini 1, Lapenna, D. Fiorentini, Aicardi 2, G. Fiorentini 1, Conti. All. Claudio Mistrangelo.
Ferencvárosi Torna Club Budapest: Jaszberenyi, Mathé 2, Matyas 1, Bus, Babay 1, Balatoni 1, M. Toth 1, B. Toth, Weszelovszky 2, Steinmetz, Czigany, Decker. All. Gabor Godova.
Arbitri: Maro Savinovic (Croazia) e Georgios Stavridis (Grecia). Delegato Len: Jacques Racine (Svizzera).

Questi gli altri risultati delle partite di ritorno dei quarti di finale:
CSM Oradea – Spandau 04 8 – 6
CN Marseille – Brixia Leonessa 11 – 7
Primorje EB – VK Cattaro 9 – 7
In semifinali ci sono Spandau 04, Brixia Leonessa, VK Cattaro e Carisa Rari Nantes Savona.

Oggi inoltre sono stati designati gli arbitri che dirigeranno sabato 6 febbraio alle ore 19,00 l’incontro valevole per la 14° giornata di serie A1 tra Florentia e Savona. Si tratta dei romani Mario Bianchi e Attilio Paoletti. Il delegato Fin è Walter Trovò.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.