Baseball, la Northwest League muove i primi passi - IVG.it
Sport

Baseball, la Northwest League muove i primi passi

baseball

Albissola Marina. La Northwest Baseball League, il nuovo campionato di baseball dilettanti di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, inizia a muovere i primi passi. Il baseball italiano, dopo la rivoluzione dei campionati federali e il debutto ad aprile 2010 della IBL (Italian Baseball League), primo campionato professionistico in Europa, continua dunque a sfornare novità per gli appassionati. Il progetto della NWL, innovativo campionato per il panorama italiano, nasce sulla spinta di una maggior “richiesta” di baseball giocato da parte delle società del nordovest ed è stato curato da un comitato organizzatore formato da tre giovani dirigenti del baseball piemontese e ligure: Marco Mannucci, Livio Caponi e Flavio Pomogranato.

“Le riunioni delle società svoltesi nel mese di dicembre hanno evidenziato che, pur con molte difficoltà e differenze, in Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria c’è una grande voglia di fare baseball – commenta Livio Caponi, uno degli organizzatori -. Se da una parte la Federazione punta, legittimamente, ad un miglioramento della sua attività ed alla crescita del livello tecnico dei giocatori di scuola italiana, dalla parte delle società si è evidenziato che, spesso a causa delle eccessive distanze e delle ristrettezze economiche non sempre è possibile svolgere tutta quella attività agonistica che tutti noi auspichiamo”.

“Per dare una risposta concreta ad una serie di problematiche emerse in queste riunioni – prosegue Flavio Pomogranato – abbiamo costituito un Comitato che, nel rispetto delle regole Fibs, ha sviluppato il progetto di un campionato di baseball dilettanti complementare alla normale attività federale con lo scopo di aumentare l’offerta di baseball e consentire ad un numero sempre maggiore di ragazzi di iniziare o continuare a giocare seriamente ed in modo organizzato. In una regione difficile, sportivamente parlando, come la Liguria il progetto della NWL crediamo che potrebbe portare ad un notevole incremento dell’attività ed anche al recupero di qualche piazza che per diversi motivi si era persa nel tempo”.

Chiude con la presentazione Marco Mannucci: “Organizzare il tutto non è stato semplice ma, grazie anche alla preziosa collaborazione del consigliere federale Giuseppe Guillizzoni e della Cog nazionale nella figura di Fabrizi, il nostro progetto è stato approvato dalla Federazione Italiana Baseball Softball ed oggi siamo veramente orgogliosi di poter presentare ufficialmente la Northwest League, campionato di baseball amatoriale Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria”

La stagione della NWL partirà ad aprile e proseguirà fino alla fine di giugno. Nel mese di luglio verranno poi disputate le Northwest Series per assegnare il titolo di squadra campione. E’ previsto anche un All Star Game tra i migliori giocatori del campionato che dovrebbe disputarsi a maggio nello stadio Paschetto di Torino che, dopo la ristrutturazione per i mondiali dello scorso settembre, si presenta come uno degli stadi di baseball più belli d’Italia.

Punti forti e di novità della NWL sono sicuramente il basso costo del campionato e la scelta di non porre limitazioni sulla partecipazione di giocatori stranieri regolarmente residenti in Italia. Una presa di coscienza del fatto che ormai la nostra società sta progressivamente diventando multietnica e non sembra possibile tagliare fuori dai processi di aggregazione sociale anche i molti stranieri che vivono, lavorano e pagano le tasse nel nostro paese. La scelta di strutturare la NWL come una sorta di “minor league” per le squadre che partecipano ai campionati federali (una delle altre innovazioni adottate è il fatto che i giocatori in possesso del tesseramento federale possono, come previsto dalla normativa Fibs in materia di attività amatoriale, svolgere regolarmente anche l’attività federale di IBL, Serie A, B, C, Under 21 e Cadetti nelle rispettive società di appartenenza) è sicuramente un altro colpo vincente del nuovo campionato.

Gli obiettivi dichiarati del comitato organizzatore sono quelli di mettere in campo dalle sei alle otto squadre in questo primo anno di vita della NWL. Obiettivo che dai primi rumors potrebbe essere ampiamente raggiunto, se non addirittura superato, visto che squadre di Savona, Genova, Torino (almeno due squadre), Vercelli e Castellamonte hanno chiesto informazioni per partecipare a questa prima stagione. Altri contatti sono arrivati da città che non hanno tradizioni nel baseball come Alba ed Asti ma la speranza degli organizzatori è che anche piazze storiche del baseball ligure come San Remo e Cairo Montenotte decidano di scendere in campo con una formazione.

I progetti a medio/lungo termine sono di arrivare ad una ventina si squadre, obiettivo non impossibile visto che il baseball tra passato e presente è stato presente in almeno una cinquantina di realtà piemontesi e liguri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.