Albenga, Guarnieri replica a Tabbò: "Nessun dato concreto nelle sue parole" - IVG.it
Politica

Albenga, Guarnieri replica a Tabbò: “Nessun dato concreto nelle sue parole”

Rosalia Guarnieri - assessore lavori pubblici, viabilità, edilizia scolastica

Albenga. “Anziché occuparsi dei problemi della città e sorvegliare il territorio per tentare di risolvere qualcosa almeno a fine mandato, il sindaco mi accusa di parlare e commentare senza sapere, e mi risponde con aria fritta senza menzionare alcun dato concreto”. Così Rosy Guarnieri, capogruppo Lega Nord in Consiglio comunale e candidato sindaco del centrodestra ad Albenga, controreplica al sindaco Antonello Tabbò.

L’assessore provinciale rispedisce al mittente tutte le dichiarazioni del sindaco: “È vero che l’intervento relativo all’Ortofrutticola ha radici lontane, ma non mi risulta sia mai stato dato il via ai lavori per la nuova sede: dovessero mai essere avviati, i lavori partirebbero con 14 mila metri cubi in meno degli attuali, un palese ed enorme danno al mondo agricolo”.

“Inoltre – prosegue l’esponente del Carroccio -, se dovesse mai essere adottato quanto previsto nell’attuale Puc, l’Ortofrutticola dovrebbe ricominciare da zero, poiché non vi è conformità rispetto a quanto precedentemente stabilito dallo Strumento urbanistico attuativo. Non è un caso che sia stato lo stesso mondo agricolo ad aver avanzato una richiesta di difformità tra Puc e Sua. Questi fatti dimostrano che a parlare e commentare senza sapere, ad Albenga, non sono io”.

La replica del candidato sindaco non manca di rispondere anche in merito al rispetto delle regole: “Per quanto concerne il rispetto delle norme, non so a cosa si riferisca il sindaco quando sostiene che io non ne possa parlare: se ha un riferimento preciso, lo dica”. “Ribadisco che le inesattezze, le dimenticanze, le omissioni e le esagerazioni previste nel Puc verranno da noi rimosse, e a quel punto le regole da rispettare saranno uguali per tutti, non a favore di pochi intimi. Ciò anche per evitare di essere in futuro accusata di aver cementificato su scelte stabilite da precedenti amministrazioni, come avvenuto nel 2002”, conclude Rosy Guarnieri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.