Cronaca

Omicidio Siri, domani nuova udienza: arringhe difensive per Costa e Goxhaj

Palazzo di Giustizia (Tribunale) di Savona

Savona. Nuova udienza domani, giovedì 14 gennaio, presso la Corte d’Assise del Tribunale di Savona per l’omicidio di Roberto Siri, l’artigiano edile di Cengio ucciso il 2 febbraio 2008 davanti all’ospedale di Cairo Montenotte. Nel precedente dibattimento del 15 dicembre 2009, il pm Ubaldo Pelosi per l’accusa aveva chiesto l’ergastolo per il 22enne cairese Samuel Costa e per l’albanese 19enne Arjan Quku, ancora ricercato dagli inquirenti per l’omicidio. La Procura aveva chiesto inoltre 22 anni per l’altro albanese coinvolto, Orges Goxhaj, e 16 anni di reclusione per Ervin Zela, 28enne residente a Bormida. L’accusa è di omicidio volontario aggravato da futili motivi e dalla crudeltà.

Per domani sono attese le arringhe difensive degli avvocati difensori di Costa e Goxhaj. La sentenza di primo grado del processo, salvo ulteriori rinvii, è attesa per il prossimo febbraio-marzo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.