Omicidio Borghetto: si scava nella vita di Francesca - IVG.it
Cronaca

Omicidio Borghetto: si scava nella vita di Francesca

omicidio borghetto

[thumb:16025:l]Borghetto S. Spirito. Proseguono a pieno ritmo le indagini sull’omicidio di Francesca Bava, la ragazza 30enne trovata morta questo pomeriggio in una cantina del condominio “Gardenia” a Borghetto Santo Spirito, in via Milano. Gli investigatori sperano di poter far luce sul delitto fin dalle prime ore delle indagini.

La giovane donna è stata trovata con il cranio fracassato, colpita mortalmente con una pietra o un corpo contundente. In questi minuti i carabinieri della Compagnia di Albenga e del nucleo operativo savonese stanno ascoltando parenti e amici della ragazza, a cominciare dall’ex marito e dall’ex convivente, padre del bimbo di appena 8 mesi, un cittadino marocchino regolare, che si è presentato spontaneamente sul luogo del delitto ed è stato accompagnato in caserma per essere ascoltato.

Al momento nessun indiziato, fanno sapere gli investigatori, che stanno vagliando la vita privata di Francesca, alla ricerca di elementi utili in grado di indirizzare gli inquirenti sul responsabile di un omicidio così efferato, probabilmente compiuto la sera prima del ritrovamento del corpo, e la cui dinamica è ancora in fase di accertamento. Tracce dell’assassino potrebbero risultare anche dal telefono della donna.

Dai i primi riscontri, tuttavia, Francesca Bava, incensurata e che lavorava saltuariamente come cameriera, era una ragazza tranquilla, senza particolari problemi o brutte frequentazioni. Chi e perchè sia stata uccisa sono domande che devono ancora trovare risposta.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.