Politica

Minasso (Pdl): “Nessuna attinenza tra decisione Tar e questione firme”

Eugenio Minasso

[thumb:16046:l]Genova. L’onorevole Eugenio Minasso, membro della’VIII Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici e vice coordinatore regionale vicario del Popolo della Libertà, è voluto intervenire a proposito del pronunciamento del Tar del prossimo 12 gennaio, relativo al ricorso presentato dal Partito Democratico e dai Socialisti. “È bene puntualizzare – afferma il parlamentare – che il giorno 12 gennaio il Tribunale Amministrativo Regionale si pronuncerà sulla mancata ammissione della lista del Partito Comunista dei Lavoratori alla competizione elettorale per la Provincia di Savona”.

“Quindi la vicenda riguardante le presunte irregolarità relative alla raccolta delle firme per la presentazione delle liste del Pdl non è oggetto del pronunciamento che sarà emesso dal Tar” puntualizza l’on. Minasso. “Una precisazione doverosa, al fine di evitare confusione tra due vicende che viaggiano su differenti binari: sulle presunte irregolarità amministrative si dovrà infatti esprimere la Corte Costituzionale, e siamo fiduciosi che essa confermerà la validità dell’ammissione delle liste del Pdl, spina dorsale di una coalizione che si è affermata nettamente alle elezioni provinciali” spiega l’esponente del Pdl.

“E il pronunciamento del tribunale amministrativo non riguarda neppure l’indagine condotta dal procuratore Granero, della quale attendiamo con serenità la conclusione. È giusto non continuare a confondere le carte, per evitare che ai cittadini e ai nostri elettori venga presentata una versione distorta dei fatti” conclude il vice coordinatore vicario del Pdl della Liguria.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.