Provincia di Savona in prima linea per il retroporto di Alessandria - IVG.it
Economia

Provincia di Savona in prima linea per il retroporto di Alessandria

Savona - provincia

[thumb:1208:l]Provincia. Significativo sarà l’impegno della Provincia di Savona per lo sviluppo delle attività retroportuali dopo l’intesa siglata oggi ad Alessandria e la nascita ufficiale della società per il retroporto. Palazzo Nervi avrà un ruolo di coordinamento nell’attuazione degli interventi previsti nel PTC provinciale. Sarà infatti necessario: inserire il retroporto nel contesto degli interventi previsti per l’attuazione dei Progetti Integrati (P.I. per la connessione logistica della Valbormida con la piattaforma dei porti di Savona e Vado e riorganizzazione del comparto energetico; per la costruzione della città delle Bormide); promuovere, sul fronte della viabilità, il progetto dell’Albenga-Predosa, infrastruttura strettamente connessa allo sviluppo retroportuale.

“Un altro piccolo passo della politica del fare – ha affermato l’assessore provinciale ai trasporti Paolo Marson – finalizzata, questa volta, alla realizzazione concreta di un’opera logistica di primaria importanza, capae di generare sviluppo, nuove interconnessioni modali, business e opportunità di lavoro non solo nella zona di realizzazione dell’opera stessa, ma anche e soprattutto per quanto concerne l’indotto. L’impegno della Provincia di Savona va esattamente in questa direzione: promuovere lo sviluppo di quelle opportunità di crescita economica, occupazionale, infrastrutturale che magari non riguardano direttamente, ma certamente ricadono, sul nostro territorio al fine di costruire un’ossatura strutturale che possa costituire una solida base sulla quale investire per il futuro”.

Positivo anche il giudizio dell’assessore provinciale Pietro Santi: “E’ importante esserci dentro questo progetto di sviluppo logistico, che riguarda Piemonte e Liguria, per sostenere con forza la realizzazione dell’Albenga Pedrosa. I collegamenti sono fondamentali per il nostro territorio e per il suo svuiluppo economico e turistico. Valuteremo con l’inizio dell’anno l’adesione alla nuova società”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.