Caso tangenti in Regione: Abbundo chiede di essere ascoltato - IVG.it
Cronaca

Caso tangenti in Regione: Abbundo chiede di essere ascoltato

Genova. Ha chiesto di essere interrogato dal sostituto procuratore Paola Calleri, il consigliere regionale del Pdl Nicola Abbundo, nell’ambito dell’inchiesta per corruzione, turbativa d’asta e altre ipotesi di reato sui bandi di gara della Regione Liguria per l’assegnazione dei fondi europei di sviluppo.

La data non è stata ancora fissata, ma non si esclude che l’interrogatorio possa svolgersi già la prossima settimana. L’inchiesta coinvolge una ventina di persone per le quali si ipotizzano a vario titolo diversi reati, dalla corruzione alla turbativa d’asta, all’associazione a delinquere. Tra le persone che hanno ricevuto un avviso di garanzia, oltre ad Abbundo, ci sono l’assessore regionale all’Agricoltura Giancarlo Cassini e il consigliere regionale Vito Vattuone (Pd).

I bandi finiti sotto l’esame del pm Paola Calleri riguardano una ventina di progetti di varia natura e di vari importi, presentati dai Comuni e riguardanti spesso corsi di formazione professionale. Uno degli avvisi è anche arrivato ai responsabili di una società di consulenza che lavorava con gli enti locali per preparare i progetti da presentare.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.