Economia

Bombardier: piano per reintegrare i lavoratori in esubero

Protesta lavoratori Bombardier

[thumb:13132:l]Vado Ligure. Niente ammortizzatori sociali per i lavoratori interinali della Bombardier Transportation di Vado Ligure. Lo ha reso noto con un comunicato l’azienda, spiegando che con l’inizio del 2010 terminerà il picco di produzione, e quindi il livello occupazionale tornerà alle unità impiegate prima del marzo 2008, quando Bombardier ricorse a lavoratori interinale e a tempo determinato in seguito alla alla sovrapposizione di due commesse in produzione, l’E464 ed il TRAXX DC per Renfe.

Nella giornata di oggi si è svolto l’incontro tra azienda ed RSU sindacale Bombardier ha comunque garantito che veranno internalizzate alcune produzione che prima veniva date in appalto all’esterno, dunque con la possibilità di riassorbire i lavoratori in esubero. Risultato: assunzione a tempo indeterminato di alcuni lavoratori oggi a tempo determinato,
l’assunzione dei lavoratori appartenenti alle categorie protette, oltre a consentire la quasi totalità delle proroghe per il 2010 del personale a tempo determinato ed il rinnovo, per alcuni mesi, per una parte consistente del personale con contratto di somministrazione.

Dalla Bombardier sono arrivate rassicurazione anche per le successive necessità produttive: “Faremo ricorso all’esperienza ed alle competenze già maturate dal personale interinale nel corso della produzione straordinaria di questi ultimi anni”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.