Savona, vigili del fuoco: “Inadeguata la sede attuale”

Vigili del fuoco

[thumb:1975:l]Savona. Le organizzazioni sindacali dei vigili del fuoco (Fns-Cisl, Cgil-Fp, Rdb-Vvf) lamentano le condizioni di disagio del personale presente nella sede operativa di via Bonini 14 a Legino. A fronte di una controversia legale sulla ricostruzione della sede di via Nizza a Savona, che rischia di allungarsi a tempi indefiniti rispetto a quelli preventivati, la sede operativa di via Bonini comincia a mostrare i primi segni di inadeguatezza, accettabili fino ad oggi soltanto in quanto la disponibilità della stessa era stata assicurata come provvisoria (durata massima di 23 mesi per la consegna della sede ricostruita in via Nizza).

In particolare, si evidenziano gli spazi limitati interni, le infiltrazioni di acqua piovana, i servizi sanitari fatiscenti, l’assenza di strutture di riparo laterale dalle intemperie del capannone adibito ad autorimessa dei mezzi, la presenza di containers in sostituzione di idonee strutture murarie per i magazzini, i laboratori, eccetera.

Peraltro la sede di via Bonini è stata concessa in comodato gratuito dalla società Italgas per due anni prorogabili. I tempi per la riconsegna della sede di via Nizza vanno a scadere tra qualche settimana, ma la struttura ad oggi incompiuta rimane uno scheletro in cemento armato che rischia di essere abbandonato alle intemperie per lungo tempo.

Le organizzazioni sindacali chiedono aiuto alle autorità locali per ricercare una soluzione volta a rendere più agevole il lavoro già difficoltoso dei vigili del fuoco.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.