Economia

Savona, Monsignor Lupi rilancia il Fondo emergenza famiglie

Mons. Vittorio Lupi, vescovo della Diocesi di Savona-Noli

[thumb:4665:l]Savona. Erano stati raccolti 138 mila euro nel corso dell’anno e ne sono rimasti in cassa 31.958. Basta questo dato per capire quanto sia stato importante il “Fondo emergenza famiglie”, promosso dal vescovo nell’Avvento del 2008, per alleviare le difficoltà economiche di tanti nuclei familiari del territorio. E, dato che la crisi non è affatto terminata, monsignor Lupi intende rivitalizzarlo invitando parrocchie, associazioni ed enti a promuovere nuove raccolte a questo scopo, in particolare con una giornata di sensibilizzazione da farsi durante la terza domenica d’Avvento (13 dicembre).

I proventi raccolti quest’anno provengono da 36 parrocchie, 11 gruppi, sette confraternite, otto istituti religiosi, sei associazioni, due aziende e un centinaio di privati. Gli operatori della Caritas diocesana sono intervenuti a favore di 220 persone o nuclei familiari, utilizzando il fondo con 55.083 euro per pagamenti di rate d’affitto, mutui e bollette, con 14.688 euro per spese alimentari, sanitarie ed altre spese e con 44.697 euro per piccoli prestiti senza interesse o microcredito (ne sono rientrati 8.366).

“Se è vero che la crisi non si è fatta sentire in maniera pesante per il ceto medio è pur vero che le famiglie che si trovano sulla soglia della povertà non hanno migliorato la loro situazione, anzi si sono trovate in difficoltà maggiori. Pensavamo che il fondo potesse essere sufficiente a coprire la richiesta di due anni: oggi, a quasi un anno di distanza, ci ritroviamo ad avere quasi esaurito le risorse” ha spiegato Monsignor Lupi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.