Savona, contratto integrativo dei dipendenti Asl: raggiunto accordo - IVG.it
Economia

Savona, contratto integrativo dei dipendenti Asl: raggiunto accordo

medici ospedale

[thumb:2299:l]Savona. E’ stato raggiunto un accordo nella trattiva del contratto integrativo dei dipendenti dell’Asl 2 Savonese e oggi è stato messo in pratica ed attivato il “progetto per concretizzare le azioni positive per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”. Grande soddisfazione è stata espressa da Uil-Fpl e Fp-Cgil. “Finalmente – dicono dalla Uil-Fpl – siamo passati dalle parole ai fatti: il 3 agosto 2009, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stata erogata la prima tranche di finanziamento pari a 106.871 euro, dei complessivi 502.364 (importo totale del finanziamento). Grazie a questa nuova disponibilità economica si attiveranno vere iniziative a sostegno dei lavoratori in difficoltà (comprovate) a conciliare la vita lavorativa con le necessità familiari, tra le possibilità vi saranno quelle : concessione di aspettative e part-time mirati a genitori-lavoratori con esigenze di cura di figli o familiari, flessibilità ed articolazioni dell’orario di servizio in sintonia con le esigenze di cura dei figli. Una ulteriore positività sarà quella che, per quanto riguarda la copertura delle ‘carenze organiche’ derivanti da tali possibilità, non si accederà attraverso il ‘lavoro in affitto’ ma si adotterà la metodica dell’incarico a tempo determinato (esempio: per la sostituzione degli infermieri si potrebbe accedere ai neo laureati/laureandi)”.

Dello stesso avviso la Fp-Cgil: “La nostra organizzazione sindacale da tempo stava conducendo una battaglia perché venissero individuate compensazioni nell’ambito degli orari del personale che fa i turni sulle 24 ore, recentemente anche elaborando una proposta all’azienda sanitaria che alleghiamo. Partendo dalla considerazione che i lavoratori che svolgono le 36 ore di lavoro settimanale su turni hanno maggiori problemi di gestione del loro tempo libero abbiamo concordato un percorso”.

I sindacati hanno poi spiegato che nei prossimi giorni verrà dato il via alla creazione di uno “sportello delle azioni positive” che avrà il compito di raccogliere le difficoltà dei lavoratori turnisti circa la conciliazione del lavoro con gli impegni familiari. All’interno di una commissione paritetica tra azienda e sindacati verranno poi individuate le problematiche per favorire l’individuazione delle soluzioni più adeguate quali part-time reversibile e flessibilità utilizzabile dal lavoratore.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.