Economia

Regione, piccole e medie imprese: cresce il fondo di garanzia “anticrisi”

soldi

[thumb:441:l]Regione. Il fondo di controgaranzia, lanciato lo scorso marzo, per affrontare i problemi di finanziamento delle piccole e medie imprese cresce con un nuovo stanziamento di 3 milioni di Euro da parte della Regione Liguria e di 1 milione da parte del sistema camerale ligure. Il fondo era stato istituito per tutelare le imprese colpite dagli effetti della congiuntura e dalle difficoltà che le banche incontrano ad aumentare il finanziamento ordinario. L’iniziativa coinvolge i Confidi liguri in uno sforzo comune verso la creazione di un canale preferenziale di finanziamento delle aziende, attraverso il quale le banche ottengono una garanzia in cambio di un consolidamento ed ampliamento del finanziamento alle imprese e di nuovi finanziamenti per soddisfare le maggiori esigenze di liquidità delle stesse.

L’Assessore regionale alle attività produttive Renzo Guccinelli ed il presidente di Unioncamere Liguria Paolo Odone hanno quindi sottoscritto un aumento del fondo di controgaranzia, sottolineando gli effetti positivi ottenuti dal precedente stanziamento per complessivi 3,2 milioni di euro (2,2 milioni da parte di Regione e un milione da parte delle Camere di Commercio) che hanno permesso di movimentare finanziamenti a 1.417 imprese per 135 milioni di euro complessivi a fronte di garanzie alle banche da parte dei confidi per oltre 70 milioni di euro e controgaranzie a valere sul presente fondo per oltre 30 milioni di euro. L’assessore Guccinelli ha sottolineato come questa iniziativa dimostri, ancora una volta, la particolare attenzione dei soggetti pubblici nell’individuare le difficoltà delle imprese e nell’andare incontro alle loro necessità anche assumendo qualche maggiore rischio. Con il nuovo stanziamento di 3 milioni di euro delle Regione Liguria e il rinnovato impegno del sistema camerale ligure si potranno continuare a sostenere nei prossimi mesi almeno altre 1.500 imprese, potendo garantire 150 milioni di euro di nuovi finanziamenti anche a salvaguardia dei livelli occupazionali e del tessuto diffuso delle piccole e medie imprese liguri.

L’iniziativa è attuata dalla Finanziaria regionale FI.L.S.E. e da Unioncamere Liguria, in rappresentanza delle quatto Camere di Commercio, in convenzione con i Confidi che presteranno garanzie assumendo in proprio una quota di rischio, e con le banche che hanno aderito all’iniziativa, ovvero Banca Carige (e altre banche del gruppo Carisa e Caricarrara), Banca San Giorgio, Banca Popolare di Novara, Banca Popolare di Lodi, Cassa di Risparmio della Spezia ed Unicredit Banca, Banco Azzoaglio e Banca Sella. Il Presidente di Unioncamere Odone ha richiamato i risultati e la validità dell’iniziativa confermando con questo ulteriore stanziamento il forte impegno del mondo camerale ligure a sostegno del sistema delle imprese a fronte delle difficoltà della congiuntura ed ha anche valorizzato la continuità di questo intervento con il complesso di altre misure attivate dalle Camere di Commercio per il sostegno dell’offerta di garanzie da parte dei confidi locali.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.