Liguria, strutture turistiche conquistate da internet

Albergo - hotel - stanza

[thumb:5214:l]Regione. In Liguria si naviga…e non solo “via mare”. Da una recente ricerca condotta da Cescot, l’ente di formazione e ricerca di Confesercenti, risulta infatti che le piccole medie imprese turistiche liguri nate nel nuovo millennio utilizzino sempre di più internet.Non solo come vetrina per le proprie strutture ma anche per le prenotazioni, e usano i social network per il passaparola.

Con buona pace di chi parla di strutture vecchie e incapaci di adeguarsi alle novità del mondo della comunicazione e pubblicità. La ricerca condotta per l’Ente bilaterale del terziario (Confesercenti e sindacati confederali) ha riguardato 240 piccole e medie imprese nate dal 2000 ad oggi (da cui l’under 10 anni del titolo), e con in media 5 dipendenti. Si tratta di piccoli alberghi, ristoranti, agriturismi, piccole imprese per l’immersione marina, vela, nuoto o altri sport, attivi in tutta la regione.

“La cosa interessante è che quasi il 50 per cento delle Pim con meno di 10 anni di vita ha una forte propensione all’innovazione, vuole crescere e differenziarsi – ha detto il direttore di Cescot, Massimo Vergassola – insomma c’é una buona possibilità che il turismo ligure si svecchi”. Questo non vuole dire che le giovani Pim siano create da giovani: il 50 per cento degli intervistati ha infatti più di 40 anni e spesso ha lasciato un altro lavoro per dedicarsi a un’attività aperta 8 o 9 mesi all’anno.Dalla ricerca emerge ad esempio che il 64 per cento mette come priorità l’accoglienza, il 55 per cento ha delle conoscenze di marketing e il 60 per cento non solo ha un sito ma offre anche la prenotazione online. Per tutti vale il passaparola non solo verbale ma anche attraverso i social network come Facebook.

Un’ultima curiosità è che prendono sempre più piede le strutture di “ospitalità diffusa” previste dalla recente legge regionale sul turismo, differenti dai bed&breakfast. Strutture che si stanno consorziando per offrire accoglienza in rustici e casolari. Nel 2008 sono arrivati in Liguria oltre 3.600.000 turisti. Il sistema turistico ligure conta oltre 40 mila imprese con quasi 100 mila addetti. Al convegno “Osservatorio sul turismo in Liguria-Focus Pmi under 10” hanno preso parte anche l’assessore regionale al turismo Margherita Bozzano e gli assessori provinciali Federico Barli per La Spezia e Anna Maria Dagnino per Genova.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.