Economia

Comitato Portuale, ok ad acquisizione aree Ip e nuovo asset Tafs

Porto di Savona

[thumb:4791:l]Savona. Questa mattina si è riunito il Comitato Portuale. Nel corso della seduta è stato dato mandato al presidente dell’Autorità Portuale Rino Canavese affinché proceda al contratto preliminare per l’acquisizione delle aree ex Ip che sono ritenute strategiche per lo sviluppo delle attività retroportuali che riguardano il porto di Savona-Vado. Barbara Delbuono rappresentante della Cgil, a nome delle organizzazioni sindacali, ha espresso in proposito parere positivo: “E’ un’operazione di grande interesse industriale ma che si propone anche come unica concreta soluzione ai problemi occupazionali che affliggono la provincia di Savona”.

Nel corso della seduta il comitato ha poi recepito anche le indicazioni relative all’accordo raggiunto per l’assetto societario di Terminal Alti Fondali Savona (TAFS) che, come già emerso nelle scorse settimane, prevede la costituzione di una nuova società, partecipata al 51% da Estate, al 40% da Portlog e per il restante 9% partecipata da Saif, Unicoal ed Energy Coal. Questa società agirà nel rispetto dell’Accordo di Programma siglato per lo sviluppo ed il rilancio della Valle Bormida per quanto riguarda il rinnovato sistema del carbone a Savona e provincia.

L’Autorità Portuale di Savona ha poi annunciato ai membri del Comitato i provvedimenti che intende prendere in merito alla piattaforma Maersk.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.