Economia

Carige: utile netto a 163,3 mln di euro nel 2009

carige genova

[thumb:974:l]Liguria. Utile netto consolidato a 163,3 milioni (+0,2% rispetto ai primi nove mesi del 2008); utile consolidato ante imposte a 251 milioni (+6,7%); margine di intermediazione +5,7% a 804,1 milioni; impieghi a clientela +12,1% annuo a 21,9 miliardi; raccolta complessiva da clientela +5,3% annuo a 44,6 miliardi. Sono i dati salienti dei risultati dei primi nove mesi dell’anno del gruppo Carige, approvati dal Cda.

Il consiglio di amministrazione, presieduto da Giovanni Berneschi, ha anche deliberato, come da delega dell’assemblea degli azionisti, di emettere un prestito obbligazionario convertibile in azioni ordinarie per un ammontare massimo di 400 milioni di euro. Nei primi nove mesi dell’anno – si legge in una nota del gruppo bancario e assicurativo – è proseguita positivamente la dinamica dell’intermediazione tradizionale, sostenuta dall’acquisizione di 40.000 nuovi correntisti nei nove mesi e dal contributo dei rami d’azienda acquisiti nel 2008 da Intesa Sanpaolo (79 sportelli) e da Unicredit (40 sportelli).

Lo sviluppo è stato supportato dalla crescita della raccolta diretta – in particolare nella componente dei conti correnti e depositi (39,9% annuo) – che ha permesso al Gruppo di mantenere una significativa dotazione di liquidità e di proseguire nel finanziamento all’economia attraverso gli impieghi alla clientela il cui aumento del 12,1% ha riguardato soprattutto la componente a medio lungo termine erogata alle imprese. Nell’ambito della raccolta indiretta i migliori risultati sono legati al collocamento dei prodotti bancario-assicurativi che presentano una crescita del 30,5%.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.