Savona, influenza A: incontro tra Comune, Asl e medici

Comune di Savona

[thumb:13523:l]Savona. Si è svolto questa mattina a Palazzo Civico un incontro tra vertici dell’amministrazione comunale, dell’Asl 2 Savonese e dei medici di base per fare il punto sulla situazione dell’influenza A e sul relativo piano di vaccinazioni. Alla riunione erano presenti il sindaco di Savona Federico Berruti, l’assessore Isabella Sorgini, il consigliere comunale Pietro Licalzi, il direttore generale dell’Asl 2 Flavio Neirotti, il presidente provinciale dell’Ordine dei medici Ugo Trucco, il vicepresidente dell’Ordine Giovanni Torelli, in rappresentanza dei medici di base, il direttore sanitario Asl 2 Claudia Agosti, la direttrice della s.c. igiene e sanità pubblica Paola Briata e la direttrice del dipartimento di prevenzione Marina Scotto.

“Questo incontro è servito per fare il punto della situazione con le persone che garantiscono al Comune e ai cittadini tutta l’assistenza necessaria per affrontare al meglio, anche sotto il profilo psicologico, questo tipo di situazioni” ha dichiarato il primo cittadino savonese. Anche il direttore generale dell’Asl 2, Flavio Neirotti, ha ribadito l’importanza del vertice odierno e ha commentato: “Abbiamo voluto questo incontro per scambiare delle informazioni tra Enti, per evitare l’avvento di allarmismi inutili e lavorare serenamente, ma per essere comunque pronti ad affrontare l’eventuale emergenza”.

La dottoressa Agosti ha invece fornito qualche dettaglio tecnico-pratico in più su come l’azienda sanitaria locale si sta preparando a prevenire la diffusione del virus dell’influenza A: “Ci stiamo organizzando sia per la parte della vaccinazione ma anche per essere pronti per l’eventuale ospedalizzazione di pazienti colpiti dall’influenza A. La novità rispetto a quanto finora pianificato è che anche la fascia intermedia, sotto i 65 anni, dovrà vaccinarsi”. La Agosti ha comunque sottolineato ancora una volta come la pandemia sia sotto controllo e l’importanza di una corretta informazione sul tema (il 26 ci sarà in proposito una riunione dei medici di base): “Il virus è diffuso ma sinora nessuno ha necessitato il ricovero. Abbiamo già ricevuto 2 mila dosi di vaccino, delle 40 mila che ci spettano come Provincia, che sono destinate al personale sanitario. Successivamente seguiremo i criteri per la vaccinazione come stabilito dala regione”.

Ugo Trucco, presidente provinciale dell’Ordine dei Medici presente all’incontro insieme al vicepresidente Giuseppe Torelli ha messo in evidenza come “L’incidenza di mortalità dell’influenza A/H1N1 è di molto inferiore ad una qualsiasi influenza stagionale, parliamo dello 0,02 per 10.000 persone dell’influenza A/H1N1 contro lo 0,4 x 10.000 persone di una normale influenza stagionale.”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.