Pd: gli appelli al voto di Cofferati, Basso e Pasero - IVG.it
Politica

Pd: gli appelli al voto di Cofferati, Basso e Pasero

Pd - Partito Democratico

[thumb:14011:l]Liguria. I tre candidati alla segreteria regionale del Partito Democratico Sergio Cofferati, Lorenzo Basso ed Ermanno Pasero, si preparano con le loro rispettive mozioni alla sfida decisiva delle Primarie del prossimo 25 ottobre, quando gli elettori saranno chiamati a decidere sul futuro dirigenziale del partito. I tre aspiranti leader regionali hanno rivolto stamane un ultimo appello al voto durante la convenzione regionale in corso nella Sala Chiamata del Porto di Genova, davanti ai seicento delegati dei circoli liguri.

“Le Primarie del Pd saranno lo strumento per dare un senso alla democrazia sostanziale in Italia. Il partito dovrà essere capace di rispondere alla crisi istituzionale vissuta dal nostro Paese, sapendo coinvolgere tantissimi iscritti e simpatizzanti” ha detto Cofferati (mozione Franceschini). “Nei prossimi quindici giorni si accentueranno gli elementi di destabilizzazione politica presenti nel nostro Paese a causa dello scontro tra Presidente del Consiglio e Presidente della Repubblica. Le Primarie del Pd saranno un’occasione unica di partecipazione e risposta democratica alla crisi”. Importante, per Cofferati, è dire ‘no’ a qualsiasi tentativo di reintrodurre l’immunità parlamentare. “Un Pd di massa, forte e a vocazione maggioritaria – ha agigunto – dovrà saper coinvolgere non solo i militanti ma le tante persone che gli danno fiducia”. In vista delle elezioni Regionali 2010 Cofferati ha sottolineato come “la priorità per noi è costruire un programma condiviso da proporre agli altri alleati”.

“Il 25 ottobre per il Pd mi candiderò a segretario regionale dell’unico grande partito d’ Italia. Sottolineo unico – ha affermato Lorenzo Basso (mozione Bersani) -. Un’organizzazione, fatta di migliaia di persone, che devono avere come priorità un sogno alto: combattere le ingiustizie della società italiana”. Alla convenzione regionale, Basso ha affermato che il Pd deve “essere in grado di trasmettere gli anticorpi della Costituzione nella società. Per preservare e diffondere questi valori le primarie del 25 ottobre saranno un’occasione eccezionale, una dimostrazione della vocazione maggioritaria del Partito Democratico”. Per il sostenitore della mozione Bersani “difendere gli ultimi della società significa difendere tutti”. E’ inoltre necessario, per Basso, che il Partito Democratico risolva i nodi dell’organizzazione del partito, dell’identità e della disciplina interna”. Ma, ha invitato, “discutiamo di questo nel partito, non sui giornali”.

Tecnologia, talento, tolleranza e turismo: sono le quattro T sulle priorità per la Liguria secondo Ermanno Pasero (mozione Marino), illustrate stamani durante la convenzione regionale del Pd: “assumere la conoscenza come base di sviluppo in una regione come la Liguria é fondamentale – ha dichiarato -. Uno sviluppo che sia di qualità. Dove c’é innovazione tecnologica c’é innovazione sociale. Altro che paura di costruire solo una moschea. Dove c’é innovazione sociale il turismo è attratto”. Pasero propone “stop a cementificazioni, sì a energie rinnovabili -. Dovremo essere capaci di mettere al centro il territorio ligure, sviluppando la democrazia partecipata con una legge regionale per rafforzare il dibattito pubblico sui temi d’interesse dei cittadini”. Dopo “le centinaia di mail ricevute contro l’approvazione in parlamento dello Scudo Fiscale 2009 grazie all’assenza di 22 nostri parlamentari – ha concluso Pasero -, esorto i delegati a ritrovare nuove regole e disciplina interna”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.