Politica

Albisola, Nuova Rotta: interpellanza sulla sicurezza di via delle Industrie

[thumb:14596:l]Albissola M. I consiglieri comunali del gruppo Nuova Rotta, Luigi Silvestro e Furio Chiarbonello, hanno presentato un interpellanza sul rettilineo di via delle Industrie tra il campo da baseball e l’argine del Sansobbia di Albissola Marina. “Da tempo i pali della illuminazione pubblica persistono in condizioni di manutenzione pessime, risultano sbilenchi, pericolanti e con i relativi basamenti in cemento a pezzi” sostengono i due consiglieri.

“Per chiunque percorra il rettilineo lungo l’argine di via delle Industrie, non è certo un bello spettacolo vedere quasi tutti i pali della luce pericolanti, la gran parte dei quali hanno i basamenti ridotti in pezzi, una situazione di vero e proprio rischio per la incolumità di tutti gli automobilisti, ciclisti e pedoni che sono costretti a transitare tale strada per raggiungere le loro case, il posto di lavoro senza che il Comune si attivi per ripristinare almeno le minime condizioni di sicurezza” hanno spiegato Silvestro e Chiarbonello.

“Questa condizione di pericolo sussiste e persiste da tempo, eppure comè possibile che da parte del Comune, nessuno abbia avuto una minima percezione del pericolo e sentita l’esigenza di attivarsi per eliminare definitivamente il rischio? Possibile che in Italia e Albissola purtroppo non sembra fare eccezione si debba sempre aspettare il fattaccio prima di intervenire ? I pali della luce in argomento sono sbilenchi e pericolanti, si mantengono in piedi per miracolo e con le probabili future forti piogge o raffiche di vento, le condizioni di questi pali della luce, già pessime, potrebbero andare ulterirmente a peggiorare. Sollecitiamo l’amministrazione comunale ad attivarsi urgentemente per ripristinare le normali condizioni di sicurezza alla viabilità e circolazione nella strada in oggetto” hanno concluso gli esponenti di Nuova Rotta .

[image:14597:c]

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.