Albenga, palazzine di via Carloforte: prosegue il calvario degli acquirenti - IVG.it
Altre news

Albenga, palazzine di via Carloforte: prosegue il calvario degli acquirenti

[thumb:14644:l]Albenga. Prosegue il calvario dei cittadini che hanno comprato gli appartamenti nelle palazzine albenganesi di via Carloforte, costruite dall’impresa Giallombrado. Dopo la sentenza della magistratura che ha verificato l’edificazione di 39 alloggi in più rispetto al progetto originale, l’inadempienza nelle distanze minime tra cofinanti, gli aumenti in incondizionati di volumetrie e la realizzazione di box in eccesso, il Cotraiga (comitato che riunisce gli acquirenti) cerca continua la ricerca di una soluzione, prima che la sentenza passi in giudicato e i tre condomini, con il relativo terreno, vengano consegnati al Comune.

Sabato scorso si è svolta un’assemblea del comitato per valutare la situazione, anche alla luce degli incontri avuti con l’impresa e l’amministrazione comunale ingauna, giudicati positivi e che andavano nella direzione di cercare un accordo per adeguare le costruzioni alle decisioni della magistratura. “Ad oggi però – lamenta il Cotraiga – non è ancora stato fatto nulla”.

“E’ chiaro che nessun intervento è possibile, a causa del sequestro, ma un accordo tra le parti per il quale ci eravamo tanto battuti, avrebbe portato un contributo importante in sede di giudizio di secondo grado – attacca il comitato – Ora chiediamo che questa querelle, che vede contrapposte persone che pensano solo ai loro interessi, siano di tipo personale o politico, veda finalmente la parola fine”.

“I casi degli acquirenti di questi appartamenti meriterebbero più attenzione e più rispetto. Noi gridiamo ‘vergogna!’, visto che ci vediamo costretti, in modo unanime, a intraprendere l’unica strada possibile, quella giudiziaria” tuonano gli esponenti del Cotraiga, che poi concludono: “Sarà dato mandato ai legali per una azione penale e civile nei confronti degli inadempienti e di chi ha causato questa situazione. Siamo sicuri che il diritto prevarrà sull’indifferenza e sulla prepotenza”.

[image:14645:c][image:14644:c][image:14643:c]

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.