Calcio, Prima Categoria: tris del Pietra Ligure, Baia Alassio sconfitta - IVG.it
Sport

Calcio, Prima Categoria: tris del Pietra Ligure, Baia Alassio sconfitta

Sport - 2008/09

[thumb:14447:l]Pietra Ligure. La dimostrazione di come nel calcio ogni partita faccia storia a sé si è vissuta ieri al De Vincenzi di Pietra Ligure. Solamente 6 giorni prima i locali avevano incassato un poker di reti dal Camporosso, mentre la Baia Alassio Cisano ne aveva rifilate ben 5 al Millesimo. In precedenza, in coppa, il Pietra Ligure aveva subito 4 reti dal Sassello, mentre i gialloneri avevano regolato l’Albenga.

Nonostante queste premesse, ieri sera i biancocelesti di mister Luciano Dondo hanno offerto una prestazione sopra le righe, mentre gli ospiti sono parsi sotto tono. Ne è scaturito un 3 a 1 che ha consegnato al Pietra i primi 3 punti della stagione. Per la Baia Alassio è il primo ko ma, considerata la rosa giocatori del team guidato da Biolzi, è lecito attendersi un pronto riscatto.

La partita si gioca in una serata fresca e a tratti ventosa. L’idea dell’anticipo al sabato sera si rivela azzeccata e sulle tribune affluisce un buon numero di spettatori, sicuramente superiore alla media della categoria.

Passa poco più di 1′ e il Pietra si ritrova in vantaggio. I biancocelesti usufruiscono di una punizione per un fallo su Fontana. Sul pallone va Patitucci che scodella in mezzo, nell’area piccola Ansaldi prova a rinviare ma è contrastato da Monaco: il pallone colpisce il numero 4 locale e si infila in porta. La rete galvanizza i pietresi che si mantengono nella metà campo avversaria. Al 6° un lungo lancio di Riva trova Fontana che da fuori area è bravo a girarsi ma calcia debolmente e Tabò blocca.

La Baia Alassio si fa viva per la prima volta al 13° con un tiro dalla distanza di Vanzini che impegna Bosio in una respinta, poi Carobbi per sicurezza butta in angolo. Sull’altro fronte ci prova Patitucci da distanza elevata, alto. Gli ospiti calciano un corner dalla destra e più volte cercano di far arrivare la palla in area ma la difesa locale respinge e il Pietra riparte in velocità in una situazione di tre contro due, però Fontana, lanciato sulla destra, sbaglia mira e non riesce a servire i compagni.

I gialloneri, ieri in maglia bianca, si gettano ancora in avanti. Stavola, a seguito di un contatto con Bertone, frana in area e invoca il rigore: Marsano fa proseguire. Al 21° giunge il raddoppio ed è tutto merito di Riva. Parte da metà campo e cavalca la fascia sinistra, vince un paio di contrasti e Tabò gli esce incontro sbagliando il tempo: il pallone rimbalza tra i due ed è l’attaccante ad impossessarsene e ad appoggiarlo in rete.

I gialloneri cercano di reagire. Al 25° Stavola fa partire una bel tiro a girare da fuori area, alto di poco. Poco dopo Vanzini viene atterrato: sul pallone va Cutuli, il suo tiro supera la barriera ma è intercettato da Carobbi. Al 28° un lungo rinvio di Bosio innesca Riva sulla sinistra: il numero 11 biancoceleste salta Badano e tocca in area per Fontana che lascia partire un rasoterra, Tabò para.

Al 31° Patitucci e Fontana si meritano gli applausi dei tifosi locali: il primo calcia perfettamente una punizione dalla destra sulla quale il secondo, in area, si esibisce in un tiro al volo che impegna l’attento Tabò. Il Pietra va ancora vicino al tris poco dopo: cross dalla sinistra di Fornari, a due passi dalla porta irrompe Riva ma Monti ribatte la sfera prima che varchi la linea. Per i biancocelesti è il momento migliore. Punizione di Patitucci, in area svirgola Cassullo e Monaco sotto porta manca la deviazione vincente.

Gli ultimi minuti della prima frazione sono di marca ospite. Al 38° schema su punizione: Sperandeo tocca per Stavola che dalla sinistra crossa in area, Ansaldi di testa sfiora il palo. Dopo un velleitario tentativo di Patitucci da fuori area, la Baia Alassio si spinge ancora in avanti e al 42° l’arbitro ravvisa un fallo di mano di Carobbi. La punizione è sul semicerchio dell’area e sul pallone si presenta Cutuli. La sua conclusione è respinta dalla barriera, la palla finisce sui piedi di Stavola il quale indovina un tiro che sorprende Bosio.

I primi minuti della ripresa vedono il Pietra ancora determinato. Al 5° Patitucci su calcio piazzato sceglie la potenza, Ansaldi intercetta e rischia di ingannare Tabò, chiamato ad una parata non facile. Poco dopo ìil portiere alassino respinge con un pugno per anticipare Fornari, servito di testa da Fontana.

Al 16° Bosio blocca in due tempi una punizione di Vanzini. Ma sono ancora i locali, che hanno il merito di non accontentarsi del vantaggio, a farsi molto pericolosi: Carobbi lancia lungo verso l’area avversaria, Tabò esce in presa ma pasticcia e il pallone gli scivola, Fontana è ben appostato e batte a colpo sicuro centrando il palo.

Con il passare dei minuti la squadra di mister Biolzi alza il proprio baricentro e prova a costruire azioni da rete ma non riesce a giungere al tiro. Al 19° sugli sviluppi di un corner dalla sinistra dell’attacco ospite si crea una mischia in area, Serrami la risolve calciando alto. Dopo un paio di tiri da fuori ad opera di Fontana e Patitucci, entrambi ampiamente fuori misura, la squadra del presidente Balestrino si mette ancora in luce grazie ad un traversone dalla sinistra di Fornari che cerca Fontana: il suo colpo di testa non è preciso.

La partita si mantiene intensa, con i gialloneri a caccia del pareggio e i locali che danno l’impressione di poter chiudere i conti. Al 37° Stavola prova la botta da fuori area, Bosio blocca in presa alta. Più tardi la Baia Alassio ha a disposizione un calcio piazzato da buona posizione ma Torsoli svirgola malamente. Ha migliore effetto una punizione calciata a sorpresa per Stavola che da sinistra crossa in area, Carobbi di testa sventa in angolo. Sul tiro dalla bandierina Bosio allontana con un pugno.

Al 43° Patitucci recupera palla a centrocampo, si invola sulla fascia sinistra e serve Fontana che riceve, controlla e batte a rete ma non trova lo specchio della porta. Poco dopo la Baia Alassio si fa trovare nuovamente sbilanciata in avanti e questa volta viene punita: Bosio rilancia l’azione dei suoi e dopo un paio di tocchi dei giocatori in maglia azzurrocrociata il pallone giunge a Fornari che, dal limite dell’area, industurbato, ha tempo per caricare un preciso destro a mezza altezza che sul quale Tabò non può fare nulla.

Nel lungo recupero, sugli sviluppi di un angolo dalla sinistra di Fornari, Bosio scatta al limite del fuorigioco, controlla e calcia a lato di poco. L’ultima occasione è una punizione per la Baia Alassio che Stavola spedisce alta sulla traversa, al termine della quale giunge il triplice fischio finale.

Il tabellino:
Pietra Ligure – Baia Alassio Cisano 3 – 1 (p.t. 2 – 1)
Pietra Ligure: K. Bosio, Bertone, Sparzo (capitano), Monaco (s.t. 11° P. Bosio), Carobbi, Sancinito, Fornari, Pisano (s.t. 49° Rossin), Fontana, Patitucci, Riva (s.t. 15° Ricotta). A disposizione: Rumbolo, Venzano, Sole, E. Vassallo. All. Dondo.
Baia Alassio Cisano: Tabò, Badano (s.t. 1° Gallucci), Stavola, Sperandeo, Fava, Cassullo, Cutuli, Ansaldi (capitano), Serrami, Vanzini, Leone (p.t. 20° Monti, s.t. 32° Torsoli). A disposizione: Pace, Lettera, Giancola. All. Biolzi.
Arbitro: Marsano (Genova).
Reti: p.t. 2° Monaco (P), 21° Riva (P), 42° Stavola (B), s.t. 45° Fornari (P).
Ammonizioni: p.t. 37° Carobbi (P).
Calci d’angolo: Baia Alassio 5, Pietra Ligure 1.
Fuorigioco: Pietra Ligure 5, Baia Alassio 2.
Recupero: 1′, 5′.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.