Savona, marocchino irregolare fugge tra i binari: arrestato - IVG.it
Cronaca

Savona, marocchino irregolare fugge tra i binari: arrestato

Polfer

[thumb:13263:l]Savona. E’ stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e per immigrazione clandestina. Un marocchino di 34 anni, Ahmed Abou El Fatth è stato processato questa mattina per direttissima e condannato ad un anno e mezzo di reclusione con la sospensione della pena e il nulla osta per l’espulsione immediata dal territorio italiano.

Tutto è successo ieri sera intorno alle 20 alla stazione ferroviaria Mongrifone di Savona quando gli agenti della Polfer hanno notato l’extracomunutario che attraversava i binari in più occasioni. Quando si sono avvicinati l’immigrato è però andato in escandescenza: bloccato a fatica è stato condotto negli uffici della polizia ferroviaria. Privo di documenti ha compilato un modulo per fornire le proprie generalità.

Nel momento del trasferimento in Questura il marocchino è tornato a scagliarsi contro i poliziotti con calci e pugni, tentando la fuga prima lungo i binari del tratto ferroviario verso Genova, poi scavalcando la ringhiera che immette in via Nostra Signora degli Angeli, ma è stato fermato e tratto in arresto. L’ufficio immigrazione della Questura ha verificato che l’uomo aveva fornito false generalità e che sul suo conto era già stato emesso un decreto di espulsione lo scorso anno. Uno degli agenti feriti nella collutazione ha dovuto ricorrere alle cure in ospedale: otto giorni di prognosi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.