Agricoltura, le aziende ingaune invocano finanziamenti - IVG.it
Economia

Agricoltura, le aziende ingaune invocano finanziamenti

Agricoltura serra

[thumb:3888:l]Albenga. Le aziende della piana di Albenga sono in difficoltà economiche: circa la metà di esse ha bisogno di un intervento di rifinanziamento per ricollocare le posizioni debitorie sul medio, lungo o lunghissimo termine, mentre il 60% dei prestiti a breve termine dovrebbe essere riposizionato sul medio e lungo termine attraverso il consolidamento di passività o attraverso interventi di riequilibrio finanziario.

“Vivono una situazione difficile soprattutto quegli agricoltori che hanno effettuato investimenti sulla propria impresa facendo conto di ottenere poi i finanziamenti del Piano Sviluppo Rurale che purtroppo vanno a rilento – spiega Osvaldo Geddo, direttore provinciale della Confederazione Italiana Agricoltori -. I tempi di istruttoria procedono lentamente, ci sono imprese che si sono esposte con le banche facendo investimenti a dicembre 2007 o gennaio 2008 e attualmente non hanno ottenuto il nulla osta e quindi non riescono ad onere i finanziamenti regionali pur avendo tutte le carte in regola. Le banche attingono così ai fidi mettendo in ginocchio gli agricoltori”.

Nell’albenganese sono centinaia le imprese che aspettano. La Cia ha già chiesto un incontro con i vertici della comunità montana ponente savonese, che ha il compito di istruire le pratiche, per evidenziare queste problematiche e chiedere il recupero dell’arretrato delle domande che sono rimaste bloccate dall’ente.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.