Stop ai massaggi abusivi, Cna: “Far rispettare l’ordinanza”

Centro estetico, massaggi

[thumb:8881:l]Savona. La Cna savonese interviene sull’ordinanza disposta dal sottosegretario alla Salute Francesca Martini che proibisce massaggi estetici o terapeutici da parte di soggetti ambulanti, in particolare sulle spiagge della riviera di ponente.

“Deve assolutamente essere fatta rispettare”, afferma in maniera perentoria Gianni Carbone, presidente proviciale della Cna. “Ora tocca ai sindaci e alle autorità di polizia locale controllarne l’effettiva attuazione in modo da far cessare l’invasione che si registra sulle nostre spiagge”.

L’ordinanza in particolare prevede il divieto di offrire a qualsiasi titolo, prestazioni riconducibili a massaggi estetici o terapeutici da parte di soggetti ambulanti allo scopo di salvaguardare la salute dei consumatori, messa a rischio dall’esecuzione di prestazioni effettuate da soggetti privi di qualsiasi competenza e preparazione ed in più effettuati in luoghi non igenicamente idonei.

“La pratica di effettuare massaggi, oltre che produrre un danno economico alle imprese che effettuano tali prestazioni nel rigoroso rispetto delle norme, può essere per i cittadini causa di seri problemi epidermici, allergici, infezioni cutanee, sia per l’assenza di igiene degli abusivi che per l’uso di prodotti cosmetici non in regola”, prosegue Carbone, che conclude: “In questo senso è auspicabile anche la collaborazione dei gestori degli stabilimenti balneari che devono essere responsabilizzati contro ogni forma di abusivismo”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.