Regione, piano paesistico: botta risposta Ruggeri-centro destra - IVG.it
Politica

Regione, piano paesistico: botta risposta Ruggeri-centro destra

Borgio Verezzi - veduta su Pietra Loano

[thumb:7876:l]Regione. Il via libera della Regione Liguria alla variante del Piano territoriale di coordinamento paesistico scatena il dibattito tra maggioranza e opposizione. In mattinata era stato il capogruppo di Fi verso il Pdl, Gabriele Saldo, ad affermare: “E’ stato un blitz estivo. La giunta ha fatto una sorta di regalo ai Verdi per averne poi un ritorno per altre pratiche”. Il centro destra ha poi annunciato che sulla delibera per il piano di salvaguardia della zona costiera si faranno promotori, con i Comuni, di azioni e ricorsi. “Con questo piano – ha spiegato Nicola Abbundo (Moderati per il Pdl) – si bloccano per tre mesi tutti gli interventi sui territori interessati, per consentire deduzioni e controdeduzioni varie, mettendo così i Comuni nella condizione di non saper cosa rispondere ai cittadini. Inoltre si prevede un’estensione delle zone sature e di conservazione dove non può essere applicato il Piano casa, già da solo ben poco effciente ed approvato in zona Cesarini soltanto pochi giorni fa, tra le ultime Regioni d’Italia a farlo, con Calabria ed Abruzzo”.

Non si è fatta attendere la replica dell’assessore regionale all’urbanistica Carlo Ruggeri: “L’allarmismo lanciato dal gruppo del Pdl si commenta da solo di fronte a un dato: la variante di salvaguardia approvata riguarda, complessivamente, meno del 9% delle aree (1200 mq) degli 82 comuni interessati. In particolare, interessa i promontori e i capi costieri rimasti ancora integri. Sono, guarda caso, i luoghi più belli della liguria, al centro di molti appetiti immobiliari. Spiace – aggiunge Ruggeri – che il Pdl non consideri la salvaguardia di questi beni come una misura che ha una fortissima valenza economica per la Liguria e che ha nei beni ambientali e naturalistici i principali punti di forza del turismo”.

Il documento è stato “adottato” dalla giunta regionale e verrà trasmesso agli 82 Comuni interessati che lo pubblicheranno, raccoglieranno le osservazioni dei cittadini e si pronunceranno sul merito delle proposte per poi arrivare all’approvazione da parte del consiglio regionale nei prossimi mesi. La delibera di adozione e tutti gli allegati che costituiscono la variante sono consultabili e scaricabili da subito sul sito ufficiale della Regione (www.regione.liguria.it percorso: Ambiente e Territorio/Piani e Progetti/PTCP-Piano Territoriale di Coordinamento Paesistico -Variante di salvaguardia della fascia costiera).

“Mi rendo conto che talvolta si può essere a corto di argomenti nella polemica politica, ma francamente, da qui a snaturare, a definire un “blitz” il senso di un provvedimento come questo, il passo è davvero troppo lungo”, ha concluso Ruggeri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.