Politica

Vesco (PdCI) critica le ronde nere e lancia appello al centro sinistra

Vesco

[thumb:7455:l]Liguria. Dure critiche alla notizia della costituzione della “Guardia Nazionale Italiana” sono state espresse dal segretario regionale del Partito dei Comunisti italiani, Enrico Vesco. “Dopo le ronde padane ci mancavano le ronde nere”, ha affermato. “Mi piacerebbe poter derubricare il tutto a un fatto marginale, un piccolo gruppo di feticisti delle divise dedito a bizzarre carnevalate. Purtroppo, invece, la soglia di attenzione deve essere mantenuta alta perché grazie al governo Berlusconi questi gruppi potrebbero essere autorizzati a pattugliare le strade delle nostre città”.

Il segretario e assessore regionale attacca poi il disegno di legge approvato alla Camera, in particolare la norma che prevede ‘il concorso di ‘associazioni di cittadini non armati’ al presidio del territorio’. “Si tratta della legalizzazione delle ronde, un piccolo favore al partito di Bossi, che comincia a mostrare le sue disastrose potenzialità”.

“Mentre il disegno di legge sulla sicurezza è ancora all’esame del Senato – conclude Vesco -, faccio appello a tutte le forze del centrosinistra affinché reagiscano compattamente a questa provocazione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.