Politica

Provinciali, Tar non decide: Pcl rimane escluso

Partito Comunista dei Lavoratori, Pcl

[thumb:11161:l]Provincia. Il giudizio sull’esclusione del Pcl dalle elezioni provinciali è stato rinviato. I giudici del Tar non si sono pronunciati sul ricorso, centrato sulla illegittimità costituzionale della esclusione, visto che la lista ormai non ha potuto partecipare alla competizione del 6-7 giugno. Il caso del Partito Comunista dei Lavoratori tornerà all’esame del tribunale regionale dopo il ballottaggio tra Boffa e Vaccarezza che si svolgerà il 21 e 22 giugno.

Dalla proclamazione degli eletti usciti dalle urne nel secondo turno di votazione, il Pcl avrà 30 giorni per riformulare il ricorso contro la “ricusazione” pronunciata per la raccolta irregolare delle firme e il Tar fisserà una nuova udienza per la decisione di merito. Sino a quel momento le elezioni sarannno valide.

“Il Tar della Liguria decide di non decidere sul ricorso presentato dal Pcl sull’ingiusta esclusione del Pcl – afferma l’esponente del partito Simone Anselmo – I giudici, anche se nel dare la sospensiva al Popolo della Libertà scrissero che l’errore era ampliamente sanato dalle post-dichiarazioni indicanti il luogo di autenticazione, oggi decidono di poter sentenziare solo dopo la proclamazione degli eletti”. Oggi, sull’intricata situazione, si pronuncerà il portavoce nazionale del Pcl, Marco Ferrando.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.