Economia

Acts, accordo raggiunto: sciopero bus revocato

Autobus Acts

[thumb:10800:l]Savona. E’ stato revocato lo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale in programma per lunedì 15 giugno. La trattativa Acts, che sembrava impantanata, ha invece registrato un’improvvisa accelerazione.

Nella notte è stato firmato un accordo tra proprietà e organizzazioni sindacali che prevede: riallineamento dal primo luglio dei dipendenti delle rimesse, piano assunzioni con sette nuovi autisti da inserire in organico e turnazione degli orari (concordata di volta in volta) per migliorare l’organizzazione lavorativa.

Di fatto, si tratta dei punti principali che erano al centro della vertenza e che già facevano parte del protocollo d’intesa siglato tra Acts, Regione, Comune e Provincia. Il braccio di ferro tra il presidente dell’Acts, Paolo Marson, e le sigle sindacali si è sciolto in un’intesa che scongiura l’agitazione proclamata per lunedì prossimo. Nella mediazione ha avuto ruolo attivo l’amministrazione comunale savonese.

“Come azionista di riferimento, il Comune è sempre stato attento alle istanze dei lavoratori per cercare di riportare alla normalità un clima aziendale certamente compromesso – ha spiegato il sindaco Federico Berruti – Va considerato tuttavia che il deficit dell’Acts era talmente drammatico (900 mila euro di disavanzo nel 2006, un milione e 600 mila nel 2007 e 2 milioni 200 mila nel 2008) da non lasciare spazio che a due alternative: risanare o privatizzare. Avendo scelto, a ragione, la prima soluzione, non si poteva che avviare una nuova politica e organizzazione del lavoro”. “Grazie ai 480 mila euro stanziati insieme alla Regione – ha concluso – da luglio i 40 addetti ex Acts Service avranno un trattamento economico uguale agli altri dipendenti”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.