Provinciali, Cristiani Uniti: "Forte rilancio della Val Bormida" - IVG.it
Politica

Provinciali, Cristiani Uniti: “Forte rilancio della Val Bormida”

[thumb:12239:l]Val Bormida. Il rilancio produttivo della Val Bormida: settore logistico e aree retrportuali, senza contare il futuro di Ferrania. Promuovere la cultura dell’eccellenza industriale, artigianale e manifatturiera: vetro, materie plastiche, meccanica, serramenti. Sono alcuni dei punti programmatici dei quattro candidati nei collegi della Val Bormida del partito dei Cristiani Uniti: Marco Ferrari (Cengio – Millesimo), Attilio Bonatti (Cairo), Massimiliano Cane (Carcare) e Alessandro Mallone (Dego-Sassello). I candidati hanno sottoscritto un programma di sostegno al candidato del PdL Vaccarezza che punta molto sul territorio Valbormidese.

Sul fronte del turismo: “Sviluppare attività di marketing territoriale della Valbormida e favorire la creazione di un sistema costa-entroterra per l’offerta di prodotti turistici, che valorizzi le tipicità locali, e si avvantaggi dell’aumento dei flussi turistici derivato dalla presenza di Costa Crociere”, afferma il candidato Massimiliano Cane.

Tra gli interventi ritenuti prioritari dai Cristiani Uniti: “il completamento del raddoppio di carreggiata della provinciale tra Altare e Cairo verso Piana, già in avanzata fase d’opera con la realizzazione della variante del Vispa, il completamento della bretella del Mulino, via di scorrimento veloce e di servizio alle nuove attività eco-compatibili che sorgeranno in zona Paleta; il potenziamento della linea ferroviaria Savona-Torino e Savona-Acqui, e l’utilizzo della rotaia per creare un sistema di trasporto urbano di superficie; il miglioramento della viabilità che collega Carcare con Pallare e Bormida ed il Finalese, e della direttrice Cairo-Alba, mettendo a sistema gli interventi con la progettazione complessiva del nuovo asse autostradale Albenga-Alessandria; il presidio ed il miglioramento della viabilità tra Altare e Mallare, a servizio sia dei centri abitati sia delle attività di lavorazione del legno”.

Tra gli altri punti le esigenze della mobilità ciclo-turistica, “sostenendo progetti per la dotazione di marciapiedi lungo le strade provinciali e la realizzazione di piste ciclabili. Infine, favorire l’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti, il riciclo e la diffusione dell’educazione ambientale, come prima indispensabile mossa per ingenerare risparmi economici e ridurre l’impatto ambientale”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.