Guardia di finanza: nuova caserma della sezione navale

Savona - finanza porto

[image:12019:r]Savona. Oggi, alle ore 17, presso il porto di Savona, avrà luogo la cerimonia per l’inaugurazione della nuova caserma sede della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Savona. La cerimonia si svolgerà alla presenza del Comandante Interregionale dell’Italia Nord Occidentale, generale Daniele Caprino, del comandante Regionale Liguria, generale Raffaele Romano, e di numerose autorità civili, militari e religiose.

Sarà presente, inoltre, quale madrina dell’evento, Floriana Rossello, figlia del Brigadiere Edoardo Secondo Rossello, nato a Dego nel 1894, decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare per un’audace azione di guerra di cui si è reso protagonista nel 1918 in territorio albanese.

Il Reparto Navale opera lungo la costa savonese da oltre cento anni. Da ricerche storiche e da ricordi di vecchi pescatori ed ormeggiatori che abitavano nelle baracche site nella spiaggia sottostante la seicentesca chiesetta di Santa Lucia, sembra che sin dagli inizi del `900 fosse presente una costruzione, base dei finanzieri di mare che svolgevano servizio di vigilanza con battelli a remi.

Un piccolo edificio di circa 40 metri quadrati, attiguo alla chiesetta, denominato anch’esso Santa Lucia è stato la sede operativa sino alla fine del 2007 quando l’Autorità Portuale, su richiesta del Comando Regione Liguria del Corpo, dava l’avvio alla costruzione di un nuovo edificio che potesse soddisfare tutte le necessita logistiche e operative dell’intero Reparto concedendo anche un pontile galleggiante per l’immediato ormeggio delle unità navali.

Dal 2000, la crescente operatività, l’aumento di organico e la maturata esigenza di adeguare il Reparto ad una funzionalità che potesse supportare la tecnologia informatica, ha prevalso sulla storica “Santa Lucia” restituita con un pizzico di nostalgia ed in sordina.

Sebbene i nuovi commerci via mare abbiano messo in “letargo” la classica attività di contrabbando, l’azione di contrasto delle Fiamme Gialle continua a rivolgere la propria attenzione al controllo delle coste e del mare territoriale, ove vengono perpetrati gli illeciti traffici. In particolare, nel 2008, numerosissime sono state le missioni per interventi di salvataggio in mare, per la tutela dell’ambiente marino e costiero, per la repressione degli illeciti amministrativi.

La nuova sede operativa fornirà una presenza più pregnante in ambito portuale, per garantire una maggiore sicurezza sul posto, anche in considerazione della crescita che il porto di Savona ha avuto negli ultimi anni e del ruolo economico che riveste sia in ambito regionale che nazionale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.