Sport

Basket, serie finale playout: un Riviera deludente perde gara 1

Sport - 2008/09

[thumb:12131:l]Quiliano. La Tirreno Power Riviera inizia nel peggiore dei modi la finale playout. I vadesi hanno ceduto sul parquet di Quiliano ad una formazione parsa tutt’altro che irresistibile. Una gara distratta e poco concreta da parte dei biancorossi guidati dal coach Alessandro Crotti ha concesso allo Jesolosandonà di piazzare il primo break nella serie. Mercoledì sera è in programma gara 2 e, in caso di vittoria dei veneti, il Riviera sarebbe ad un passo dalla retrocessione di serie B Dilettanti.

Il team vadese ha concesso innumerevoli rimbalzi e possibilità di andare al tiro a Jesolosandonà, così gli ospiti si sono imposti per 61 – 67. “L’abbiamo regalata – commenta senza mezzi termini Crotti -. Abbiamo fatto a Jesolo un grande regalo. Siamo mancati completamente nei momenti topici, quando avremmo dovuto reagire, ci è mancata la motivazione. Di chi è la responsabilità? Di tutti: mia innanzitutto, della squadra, della società. Non ha funzionato niente”.

Va detto che Jesolosandonà non ha certo rubato la vittoria, ma ha potuto festeggiare un successo arrivato con il minimo sforzo, in una partita non certo esaltante, con le percentuali generali dei tiri totali del Riviera mai andate oltre il 50%. Anche i punti firmati da Gironi (12) e Mossi (11) sono arrivati dietro ad un numero enorme di tentativi andati in fumo: 4/10 (solo da due punti) per Gironi, 3/6 (da due) e 1/8 (da tre) per Mossi. In più anche la regia di Baggioli non è stata all’altezza di altre gare (soprattutto all’inizio il giovane play del Riviera è stato impreciso). Unica nota positiva è stato il rientro di Pagliari dopo un lungo infortunio che gli aveva fatto saltare l’ultima parte di campionato. L’ala d’esperienza ha potuto calcare di nuovo il parquet per poco più di 14 minuti, cercando di ridare ordine e tranquillità alla squadra. Ma non è bastato.

Nella prima metà della gara le due squadre si affrontano nel massimo equilibrio. A sostenere il Riviera c’è Gironi, autore di ben 10 dei 35 punti biancorossi. Però dopo l’intervallo anche lui si spegne, infilando solo 2 tiri liberi nel secondo e terzo parziale. C’è qualche fiammata che accende il pubblico, come l’intervento di Benedusi che a metà del secondo quarto intercetta d’autorità un passaggio degli avversari per partire in contropiede andando a segnare il 23 – 22 dopo un’ottima finta che spiazza la difesa disperata dei veneti. Poco dopo la tripla di Guerci, ancora Benedusi firma una bomba portando il Riviera avanti 31 – 26.

Poi cala la nebbia. Negli ultimi due minuti prima dell’intervallo, il Riviera passa dal 35 – 30 al 35 – 36. Ma anche nel terzo quarto a concretizzare c’è solo Jesolosandonà, che si porta sul 35 – 44. Servono ben sei minuti nella terza frazione perché finalmente Mossi piazzi in contropiede il 37 – 44. Il Riviera prova a reagire: al 7° rientra in campo Pagliari tra gli applausi del pubblico, subito dopo Guerci firma il 39 – 46. Jesolosandonà allunga e il Riviera insegue. Nel quarto tempo i biancorossi sembrano ritrovare la marcia giusta, mentre i veneti arretrano. Ma, tra sfortuna ed imprecisione, la maggior parte dei tentativi dei vadesi non va a buon fine. Mentre Pagliari firma il 47 – 54 e Guerci accorcia sul 49 – 54, la speranza si riaccende quando Mossi infila la bomba del 54 – 58 a metà tempo. A quel punto, però, il Riviera non riesce a continuare ad un ritmo adeguato. E a Jesolosandonà basta controllare per strappare una vittoria insperata sul campo ligure.

“Contro Jesolo è andata peggio di gara 1 con Montecatini – commenta amaramente il presidente Roberto Drocchi -. Con i toscani avevamo perso per altri motivi, ma c’era stata intensità di gioco e voglia di crederci. Contro Jesolo, invece, la squadra ha fatto un chiaro passo indietro. Jesolo ha mostrato di crederci di più. Mercoledì a Jesolo si deciderà non solo una partita, ma l’intera nostra stagione. Perché sappiamo tutti che sarà molto difficile ribaltare un eventuale 0 – 2 nei playout. La società, comunque, non si tira indietro: faremo la nostra parte”.

Nelle foto scattate da Danilo Vigo (info@pilatus.it) alcune fasi dell’incontro di ieri:

Il tabellino:
Tirreno Power Vado Ligure – Jesolosandonà 61 – 67
(Parziali 17 – 20, 35 – 36, 43 – 52)
Tirreno Power Vado Ligure: Benedusi 5, Baggioli 4, Pagliari 4, Mossi 11, Trionfo 4, Gironi 12, Guerci 16, Derraa 5, Patria, Bianchini ne. Allenatore: Alessandro Crotti.
Jesolosandonà: Casagrande 17, Galli, Truccolo 7, Volpato 12, Cutolo 17, Cossa, Salvador, Fanchini 12, Rotondo 2, Toffolo ne. Allenatore: Roberto Russo.
Arbitri: Mauro Moretti (Marciano) e Daniele Turbati (Livorno).

Gara 2 si giocherà nel palasport Comaro di Jesolo mercoledì 13 alle ore 20,45. La terza sfida sarà di nuovo a Quiliano, domenica 17. Le eventuali partite 4 e 5 verrebbero disputate mercoledì 20 a Jesolo e domenica 24 a Quiliano.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.