Savona: vie e piazze a Calipari, Guido Rossa, Impastato e Calabresi: presentato il progetto

Savona - darsena

[thumb:3726:l]Savona. Il sindaco di Savona Federico Berruti e l’assessore al bilancio Luca Martino hanno presentato ufficialmente in Sala Giunta il progetto di intitolazione di alcune vie e piazze situate nelle nuove aree della Darsena a 4 “eroi comuni” della storia contemporanea italiana: Nicola Calipari, Guido Rossa, Peppino Impastato, Luigi Calabresi, che hanno pagato con il sacrificio della loro vita il loro attaccamento alle istituzioni democratiche e il loro senso del dovere.

Erano presenti l’On. Rosa Villecco Calipari, vedova di Nicola Calipari, l’On. Sabina Rossa, figlia del sindacalista Guido Rossa, Claudio Porchia in rappresentanza della famiglia di Peppino Impastato. “E’ per me un momento di particolare emozione – ha affermato il primo cittadino savonese -, sono grato Rosa Calipari e Sabina Rossa per la loro presenza, in occasione di questo progetto portato avanti su proposta dell’assessore Martino e che nasce da una istanza che si è consolidata in Consiglio regionale, grazie all’impegno del consigliere Nino Miceli. I valori rappresentati da questi eroi sono valori che uniscono e non dividono, ed è simbolico che questo accada in occasione delle celebrazioni del 25 aprile”.

L’On. Rosa Calipari ha sottolineato “la vicinanza della società è per me fonte di serenità e di pace. Ringrazio dunque Savona, una città che è l’emblema della Resistenza in Italia. Il senso di questa intitolazione è quello della difesa delle istituzioni democratiche, anche attraverso la memoria ma soprattutto attraverso il l’impegno costante di ciascuno di noi. E l’accostamento con il 25 aprile è altamente simbolico”.

L’On. Sabina Rossa, figlia di Guido Rossa nel suo intervento ha dichiarato: “Credo che il ricordo del dolore sia qualcosa di privato, che appartiene al singolo. La memoria invece appartiene a tutti. Quando si intitola una via ad una persona che ha sacrificato la propria vita per le istituzioni democratiche significa testimoniare, voler ricordare la solidità delle sue idee. Ed è importante coinvolgere i giovani, perchè questi fatti non sono sui libri di scuola ed è la nostra generazione che ha il dovere etico e morale di ricordare e spiegare”.

Claudio Porchia del Centro Impastato di Sanremo ha portato il saluto dei famigliari di Peppino Impastato, ricordandone l’impegno per la legalità. Per l’assessore Luca Martino: “I savonesi e tutti gli italiani si riconoscono nei valori rappresentati da queste 4 figure della democrazia italiana, che contribuiscono alla ricostruzione di una memoria condivisa”. Era presente il Consigliere regionale Nino Miceli che ha portato il saluto della Regione Liguria, e il patrocinio della stessa al progetto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.