Sport

Loano Synchro Cup, Italia sul gradino più alto del podio

sincro

[thumb:10625:l]Loano. L’Italia si è aggiudicata la 21° edizione della Loano Synchro Cup. Le Juniores azzurre hanno totalizzato 204 punti, seguite nella classifica generale dalla Russia (190,000). Il terzo posto è andato alla Slovacchia (175,000)

La manifestazione internazionale, organizzata dall’assessorato allo Sport del Comune di Loano in collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto, ha visto la presenza di un caloroso pubblico, che numeroso ha gremito il palazzetto dello sport per ammirare le immagini coreografiche eseguite con grande tecnica dalle sincronette.

La terza ed ultima giornata della Loano Synchro Cup, che si è svolta ieri nella piscina del palazzetto dello sport loanese, ha visto salire sul podio della finale del Solo la russa Kolesnichenko Svetlana (punti 89,500), medaglia d’oro, seguita dall’italiana Cerruti Linda (86,500) a cui è andato l’argento. Il terzo posto lo ha occupato la francese Mejean Maitè (84,333), medaglia di bronzo. L’austriaca Lang Livia si è piazzata al quarto (81,334), in quinta posizione la slovacca Kurillovà Sona (78,667).

Nell’esercizio Libero Combinato le russe (punti 90,000) hanno strappato il primo posto. L’argento è andato alle italiane (84,500) e il bronzo alle slovacche (p.78,167).

Nella finale del Duo portano a casa la vittoria le atlete italiane (Cerruti Linda, Ferro Costanza, Deidda Francesca, punti 87,000), che hanno preso posto sul gradino più alto del podio, seguite dalle francesi (Mejean Maitè, Kautzmann Chloè, Chretien Margaux, 85,000) medaglia d’argento, e dalle ungheresi (Czèkus Eszter, Kiss Szofi, Hajas Regina, 81,167), medaglia di bronzo. Il quarto posto è delle austriache (80,000) ed il quinto è andato alle slovacche (78,500).

La Russia (punti 89,500) ha conquistato l’oro nella finale della Squadra davanti all’Italia (85,500) medaglia d’argento. Il bronzo è stato assegnato alla Slovacchia (77,334).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.