IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, rimpasto di giunta: verde pubblico a Costantino, mobilità a Caviglia

[thumb:10091:l]Savona. Rimescolamento delle deleghe nella giunta savonese. Stamane il sindaco Federico Berruti ha formalizzato il passaggio incrociato di funzioni, come anticipato da IVG.it, all’interno dell’esecutivo di Palazzo Sisto. L’assessore all’ambiente Jorg Costantino è ora investito della “mission” di risollevare la gestione del verde pubblico. Il vicesindaco Paolo Caviglia, invece, rileva mobilità e polizia municipale dall’assessore Livio Di Tullio che così vede ridursi il numero di attribuzioni, cedendo però la patata bollente della viabilità, oggetto ricorrente delle contestazioni cittadine. Rafforzato invece il ruolo di Francesco Lirosi nella “cura dei quartieri” con l’ampliamento trasversale delle sue competenze.

“La riorganizzazione delle deleghe a metà mandato è necessaria per imprimere un’accelerazione sui tre settori che oggi vengono considerati prioritari: verde, traffico, periferia – afferma il sindaco Berruti – In questa fase si rendeva importante un’unificazione del settore che riguardasse il piano della mobilità, quello dei parcheggi e infine quello delle piste ciclabili e delle aree pedonali”. La metafora espressa dallo stesso primo cittadino è calcistica: “Ho deciso di modificare in parte lo schema di gioco in vista del secondo tempo della nostra partita amministrativa. E’ venuto il momento di fare pressing”.

Il ruolo di Caviglia nel settore della mobilità, infatti, è stato individuato come strategico; assommando la nuova delega con quella per i rapporti istituzionali interni ed esterni, potrà esperire meglio i tentativi per reperire fondi in sede regionale ed extraregionale. Il sindaco dà merito all’impegno di Di Tullio: “Ha compiuto un ottimo lavoro in termini di migliore gestione dell’esistente, penso per tutti ai parcheggi pubblici, e di pianificazione urbanistica delle nuove infrastrutture, come nel caso del park di Piazza del Popolo e del ponte di Villapiana”. Per il futuro, Berruti garantisce rinnovato interesse nel “rendere la viabilità più sicura per tutti gli utenti della strada e più sostenibile, anche attraverso maggiori investimenti nel trasporto pubblico”.

Sviluppo dei quartieri, decentramento, partecipazione sono le aree d’intervento dell’assessore Lirosi, che da oggi potrà contare su un ampliamento del suo ruolo di “cura” della periferia. “Si va a costituire un assessorato di fatto trasversale – sottolinea Berruti – Saranno così valorizzate le molteplici necessità dei quartieri, grazie alla sinergia con gli uffici dei lavori pubblici, per rendere più tempestiva l’azione dell’amministrazione fuori dal centro”.

A Jorg Costantino è stato assegnato il compito di implementare al meglio la manutenzione del verde pubblico. La certificazione di RINA Industry ottenuta dall’ATA, l’azienda di tutela ambientale, ha fatto emergere le varie criticità in particolare determinate dal taglio periodico di erba e arbusti, ma anche dalla mancanza di adeguata irrigazione. “E’ necessario un salto di qualità in questo ambito, anche in termini di impegno politico, per procedere alla completa revisione della gestione del verde” osserva Berruti, che incalza: “Ho chiesto all’assessore di rivedere dall’A alla Z il modello di gestione affidato ad ATA e di imprimere ad ATA una richiesta di cambiamento e innovazione non più prorogabile”.

“Inizierò un percorso che prevede una serie di incontri con i nuovi vertici ATA per cercare di capire dove siano le debolezze, coinvolgendo anche le Circoscrizioni in questo progetto di rinnovamento” assicura l’assessore Costantino, che aggiunge: “Saranno essenzialmente due le idee guida che ispireranno la mia mansione. Cercheremo di creare percorsi partecipati coinvolgendo, insieme alla cittadinanza, anche le associazioni ambientaliste e territoriali. La gente deve essere parte attiva, come accaduto con il piastrellamento di piazza delle Nazioni, che si è risolto con la mobilitazione cittadina ed il concorso della cittadinanza. La seconda idea riguarda la manutenzione ordinaria del verde pubblico, soprattutto per il centro: vorrei lanciare l’iniziativa ‘Adotta un’aiuola’, ossia dare la possibilità ai negozianti o comunque agli imprenditori di prendersi cura di una pianta o di un’aiuola, che potrebbe essere personalizzata con una targhetta dell’adottante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.