Sassello, comincia la riparazione della caserma sventrata - IVG.it
Cronaca

Sassello, comincia la riparazione della caserma sventrata

[thumb:10499:l]Sassello. Al via a partire da oggi i lavori di ricostruzione della caserma dei carabinieri di Sassello, il cui tetto è stato sfondato dalla cuspide del vicino campanile crollata a causa di un fulmine. I vigili del fuoco del comando savonese hanno sollecitato il Comune a svolgere la perizia sui danni, sia sulla chiesa che sull’edificio militare, e a mettere in sicurezza le camerate devastate dalle macerie della cuspide in pietra e della sovrastante croce in ferro battuto.

La scarica elettrica di venerdì scorso poteva provocare una tragedia. Vista l’ora di cena, nei locali sventrati dalla guglia del campanile e dal blocco di pietra (per un peso di oltre due quintali) per fortuna non c’era nessuno. La prontezza di un maresciallo, poi, ha provveduto a spegnere il gas della cucina che sarebbe rimasto pericolosamente aperto durante la rapida evacuazione della caserma.

[image:10498:r]Secondo la previsione del sindaco Dino Zunino, in pochi giorni il consolidamento delle strutture murarie potrebbe restituire agibilità alla caserma dell’Arma. Anche il campanile dell’Immacolata Concezione, però, ha bisogno di urgente riparazione. La folgore, oltre a fulminare diversi apparecchi nelle abitazioni del paese quali televisori e computer, ha ovviamente compromesso anche la centralina elettronica che automatizza i rintocchi dei bronzi. Così le campane tornano a tacere, come quando furono zittite nel settembre scorso, dopo l’esposto di alcuni cittadini che si dicevano disturbati dalla scansione sonora delle ore notturne.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.