Regione, bandi sul turismo: dure critiche del centrodestra - IVG.it
Altre news

Regione, bandi sul turismo: dure critiche del centrodestra

Turisti a Pietra Ligure

[thumb:8811:l]Regione. I Moderati per il Popolo della Libertà criticano aspramente la delibera con la quale la Giunta ha approvato i bandi per l’assegnazione di fondi nel settore turistico. “La Giunta adesso sta mettendo in scena una farsa: da oltre un anno ci sono fondi disponibili ed oggi è stata approvata una delibera con la quale, però, non si stabilisce la data di apertura dei bandi e, quindi, quella per la presentazione delle domande e l’assegnazione dei fondi” dice Nicola Abbundo. “Per l’apertura si demanda all’approvazione di un successivo atto ed intanto gli operatori attendono”.

“E’ la prima volta, a quanto mi risulta, che in questa Regione si procede in questo modo, che nella delibera dei bandi non si fissa la data di apertura: ci chiediamo quali siano le ragioni che spingono la Giunta ad agire in questo modo”, afferma Matteo Marcenaro che giudica “del tutto insufficienti” i fondi destinati al turismo. “Oltre 20 milioni in realtà costituiscono fondi di rotazione, soldi che comunque gli operatori devono restituire”, commenta.

“La giunta non ha individuata una categoria portante, chiede a tutti di migliorare le loro attività, ma destina in maniera indiscriminata i fondi alle diverse categorie, dagli albergatori agli affittacamere. Questo significa che gli ipotetici destinatari dei soldi sono ben 3500: ripartendo i soldi disponibili, ciascuno di loro potrà avere poco più di seimila euro” continua Abbundo. “Non aver individuato la categoria capace di svolgere un’azione di traino, significa non avere programmazione nel settore”.

Conclude Abbundo: “In tempi di semplificazione amminsitrativa, la delibera relativa ai bandi, che pure come detto non contiene neppure la data di apertura, è lunga ben 108 pagine. Se un operatore decide di leggerla tutta o di affidarne la lettura ad un esperto del settore e di interpretarla, alla fine spenderà più dei seimila euro che potrebbero venirgli assegnati”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.