Politica

Finale, Gloria Bardi: “Cassetta Enel ferisce l’Arco di Spagna”

Finale, cassetta Enel Arco di Spagna

[thumb:10482:l]Finale Ligure. “Mi sembra strano che non sia ancora arrivato un parere di merito dalla Sovrintendenza sull’installazione della cassetta dell’Enel in un monumento storico di gran pregio come l’Arco di Spagna”. Gloria Bardi, consigliere finalese d’opposizione, lamenta l’assenza di una risposta sul caso che ha segnalato, ormai due mesi fa, alla Sovrintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria.

Nel noto arco in piazza di Spagna, sul lato di ponente, parte interna, è stata impiantata una cassetta di servizio elettrico, che, precisa Gloria Bardi, “ferisce il monumento”. “Sono perplessa – aggiunge – perché di fronte ad uno scempio di questo genere bisognerebbe attivarsi immediatamente”. Il consigliere di minoranza ha anche segnalato alla Sovrintendenza che in tempi recenti si sarebbe usato come “poggiatravi” un altro monumento avente una storia edificatoria simbolica e significativa, ovvero il Sacrario dei Partigiani nel Cimitero di Finalmarina.

“Tutto ciò dimostra come certe ‘disinvolture’ lasciate passare e non rimediate fanno scivolare verso il basso la percezione del significato e dell’inviolabilità di determinati luoghi ed edifici” conclude Gloria Bardi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.