Basket, A Dilettanti: quarto periodo fatale al Riviera - IVG.it
Sport

Basket, A Dilettanti: quarto periodo fatale al Riviera

Sport - prima parte

[thumb:5482:l]Quiliano. Ogni qual volta, grazie ad una vittoria, la Tirreno Power Riviera torna a guardare alla possibilità di agganciare i playoff, giungono prontamente nuove sconfitte a ricordare ai vadesi che l’obiettivo stagionale, ormai, deve essere semplicemente la salvezza. Dopo il successo sullo Jesolo San Donà, i biancorossi si sono arresi al Castelletto Ticino e, nel 17° turno, hanno ceduto anche sul proprio parquet. Nel palasport di Quiliano, infatti, i ragazzi di coach Alessandro Crotti sono stati battuti per 73 – 78 da Fidenza e scivolano al terzultimo posto solitario in classifica. D’accordo che la zona salvezza diretta (9° posto) è apparentemente ancora a portata di mano, ma ora è davvero necessario che la squadra ricominci a conquistare con regolarità i 2 punti in palio in ogni partita. Altrimenti ci sarà da soffrire fino in fondo, come un anno fa.

“Abbiamo buttato via due punti” ha commentato a fine gara l’allenatore vadese Crotti. “Non abbiamo avuto la personalità e l’intensità nei momenti decisivi, ci è mancata la coralità nel gioco. Questa partita avrà pesanti ripercussioni sul campionato e sul morale, perché Fidenza merita rispetto ma non era superiore a noi. Adesso, per raggiungere la salvezza, dovremo rimboccarci le maniche. Sarà dura perché avremo addosso più pressione, ma la squadra ha le potenzialità per stare ben più in alto di quanto sia ora”.

Al palasport di Quiliano, davanti a circa 600 spettatori, la Tirreno Power ha dovuto fronteggiare gli emiliani che hanno subito mostrato con Marchetti la loro volontà di strappare una preziosa vittoria esterna. I biancorossi, dal canto loro, hanno risposto con un concreto Calbini che, oltre a guidare la regia, è andato ripetutamente a canestro (ed è stato lui il miglior realizzatore dell’intera partita con 19 punti, uno in più dei due bomber di Fidenza, Marchetti e Avanzini).

Alla fine del primo quarto Fidenza va sul + 9, la tripla di Trionfo riaccende il Riviera, ma il parziale va agli ospiti. Nel secondo quarto i padroni di casa cercano la riscossa e inquadrano meglio il loro gioco: Benedusi, Guerci e ancora Benedusi raggiungono il pareggio: 22 – 22. La reazione degli emiliani è contenuta dalla tripla di Mossi (27 – 28). Si gioca punto a punto, ma proprio il play valdese Calbini e l’esperto Gironi riescono nel rush finale prima dell’intervallo a riportare il Riviera in vantaggio di una lunghezza (36 – 35).

Al rientro dagli spogliatoi si accende il duello a distanza tra Mossi e Marchetti. Il Riviera in alcuni momenti sembra giocare meglio, ma Fidenza non si scompone e riesce a riguadagnare il – 5 con cui i biancorossi avevano tentato di scappare. I gialloblu tornano concreti e ottengono il sorpasso con due bombe in rapida successione di Marchetti e Avanzini. Guerci e Mossi riprendono le redini della squadra vadese, ma è una tripla sulla sirena da distanza siderale, scoccata da Maiocco, a permettere a Fidenza di riportarsi a – 1 all’ultimo intervallo.

Negli ultimi 10′ la tensione è alle stelle. Le due squadre badano soprattutto a non rischiare, cercando le cose facili. A 3′ dalla fine Calbini porta il Riviera a + 3 (69 – 66), ma i centri di Prandin e Maiocco (da 3) ridanno il vantaggio agli ospiti (71 – 73). Guerci pareggia con 2 tiri liberi, i biancorossi protestano per una manata di Marchetti sulla faccia di Guerci che gli arbitri non si sentono di sanzionare con un fallo antisportivo ma solamente con 2 liberi. Subito dopo arrivano la tripla di Ruggiero e 2 centri di Maiocco dalla lunetta che chiudono il match a favore di Fidenza.

Il tabellino:
Tirreno Power Vado Ligure – Siram Fidenza 73 – 78
(Parziali: 16 – 22, 36 – 35, 56 – 55)
Tirreno Power Vado Ligure: Benedusi 4, Baggioli ne, Calbini 19, Pagliari 5, Mossi 15, Trionfo 10, Gironi 6, Guerci 14, Bianchini ne, Derraa. All.: Alessandro Crotti.
Siram Fidenza: Maioli 4, Avanzini 18, Ruggiero 16, Scarponi ne, Lorenzetto 2, Marchetti 18, Bonacini, Prandin 8, Cornacchione ne, Maiocco 12. All.: Marcello Ghizzinardi.
Arbitri: Paolo Cherbaucich (Trieste) e Denis Quarta (Grugliasco).

I risultati del 17° turno:
Tirreno Power Vado Ligure – Siram Fidenza 73 – 78
Pentagruppo Ozzano – Jesolo San Donà di Piave 68 – 64
Intertrasport Treviglio – Vem Sistemi Forlì 88 – 78
Nobili Castelletto Ticino – Assigeco Casalpusterlengo 64 – 75
Sil Lumezzane – Paffoni Omegna 77 – 69
Witor’s Cremona – Banco Sardegna Cagliari 100 – 66
Miro Radici Finance Vigevano – Agricola Gloria Montecatini 88 – 77

La classifica vede il Riviera con un bilancio di 6 vittorie e 11 sconfitte:
1° Vem Sistemi Forlì 26
2° Intertrasport Treviglio 24
3° Paffoni Omegna 22
3° Assigeco Casalpusterlengo 22
3° Miro Radici Finance Vigevano 22
6° Siram Fidenza 20
7° Pentagruppo Ozzano 18
8° Nobili Castelletto Ticino 16
8° Sil Lumezzane 16
10° Jesolo San Donà di Piave 14
10° Witor’s Cremona 14
12° Tirreno Power Vado Ligure 12
13° Agricola Gloria Montecatini 10
14° Banco Sardegna Cagliari 2

Nella 5° giornata di ritorno la Tirreno Power Riviera giocherà in trasferta al PalaRockfeller di Cagliari, domenica 8 febbraio, alle ore 18. Sfiderà il Banco Sardegna Cagliari, fanalino di coda del torneo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.