Liguria, nato il coordinamento per le grandi opere - IVG.it
Economia

Liguria, nato il coordinamento per le grandi opere

Burlando a Vado

[thumb:5839:l]Liguria. La Regione Liguria finanzierà dieci grandi opere, per un totale complessivo di oltre tre milardi e 120 milioni di euro. Per coordinare la progettazione e la realizzazione delle infrastrutture è nato oggi, su iniziativa del presidente Claudio Burlando, un tavolo che farà sedere insieme istituzioni e tecnici. Alla riunione odierna, che ha visto la creazione della nuova task force, erano presenti, oltre alla Regione, Prefetture, Comuni capoluogo, Province, Autorità portuali, Anas, Rfi, Sviluppo Genova e la Società per Cornigliano.

“E’ stata una iniziativa accolta molto positivamente dagli enti e dalle società presenti – ha affermato il presidente Burlando -. Un incontro che poggia su dieci opere di particolare importanza per valenza e dimensioni, praticamente già tutte progettate e finanziate ma che, però, hanno bisogno di una accelerazione delle procedure per essere avviate definitivamente. Siamo soddisfatti e crediamo che una analoga iniziativa possa essere impostata presto anche per iniziative private”.

Nel Savonese verranno finanziati l’Aurelia bis nella città della Torretta, con quasi 240 milioni di euro, e la piattaforma portuale di Vado Ligure, con 450 milioni di euro che arrivano ad oltre 600 attraverso l’impegno finanziario legato alla realizzazioni di opere connesse, quali il nuovo casello sull’Autostrada dei Fiori, il porticciolo turistico e le opera a favore della cantieristica. Nell’estremo ponente della provincia giungeranno poi 543 milioni di euro per il raddoppio del tratto di linea ferroviaria tra Andora e San Lorenzo al Mare.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.