Basket, 94 punti non bastano: Riviera battuto a Castelletto Ticino - IVG.it
Sport

Basket, 94 punti non bastano: Riviera battuto a Castelletto Ticino

Sport - 2008/09

[thumb:9885:l]Vado Ligure. Sul parquet del PalAmico di Castelletto Ticino la Tirreno Power è riuscita a segnare 94 punti con ben 5 giocatori in doppia cifra. Uno score eccellente, che migliora di gran lunga il massimo stagionale, gli 87 di domenica scorsa contro Jesolo San Donà. Resta però da segnalare un particolare non da poco: insieme al record di punti all’attivo, è arrivato anche quello negativo. La Pallacanestro Lago Maggiore infatti ha toccato quota 100, infliggendo ai vadesi la 10° sconfitta stagionale.

Un ritmo elevatissimo e alte percentuali al tiro hanno caratterizzato una partita esaltante, risoltasi solamente negli ultimi minuti. I ticinesi, trascinati dall’ala Marco Caprari, recente acquisto, poco prima dell’ultimo intervallo hanno toccato il massimo vantaggio: + 13 sul 77 – 64. Il Riviera si è poi riportato sotto, ma non è bastato.

Il coach Alessandro Crotti ha potuto nuovamente fare completo affidamento su tutti gli effettivi. Mossi e Calbini sono stati impiegati praticamente a tempo pieno, Trionfo ha giocato 32′ e Guerci è rimasto in campo un totale di 29′. A fine gara sono eccellenti le percentuali al tiro: per Guerci il 62% più 10 liberi su 13, Pagliari ha chiuso con il 71% con 4 su 4 da 2, Trionfo con il 63% e 5 su 6 dalla lunetta.

In avvio i biancorossi si portano sullo 0 – 5 con i canestri di Mossi e Pagliari nel 1° minuto. Il primo vantaggio locale giunge al 4°, quando Calbini perde un pallone e sull’altro fronte Caprari infila una tripla. Baldassarre, prima con una bomba e poi con due liberi, prova ad assestare un allungo, ma Mossi e Trionfo lo rintuzzano. E’ ancora Baldassarre a portare Castelletto sul 19 – 14, a quel punto però il Riviera mette in mostra uno show che porta a canestro Guerci, Calbini e Gironi: quest’ultimo in schiacciata chiude un break di 0 – 7. Trionfo da 3 e Calbini da sotto portano il Riviera sul 21 – 26 e il primo quarto termina con un errore al tiro di Prelazzi e un centro di Calbini.

Nel secondo tempo i vadesi mantengono un vantaggio compreso tra 1 e 5 lunghezze, fino al 15°, quando Baldassarre con 2 liberi porta lo score sul 36 – 35. La partita viaggia in equilibrio, con parità a 36, 39, 41, 43, 45. Due liberi di Guerci, in lunetta dopo un fallo di Masieri, mandano le squadre all’intervallo lungo sul + 2 per il Vado.

Al rientro in campo il Castelletto Ticino sfodera una determinazione che lo porterà a segnare ben 32 punti in un solo tempo. Prelazzi pareggia i conti, Caprari trova il centro del 49 – 47 e, dopo la risposta di Pagliari, Gironi subisce una stoppata e Prelazzi sigla il nuovo + 2 dei locali. Il Riviera sembra poter rispondere colpo su colpo: Gironi conquista un rimbalzo difensivo, Tronfo infila un tiro da 3. A quel punto i locali piazzano un break di 6 – 0, cui Trionfo e Mossi rispondono portando il punteggio sul 57 pari al 25°: sarà l’ultima situazione di equilibrio nel punteggio. Un canestro da sotto di Baldassarre porta i gialloblu sul 59 – 57 e ben presto il divario cresce: – 8 al 29°, – 12, – 13 dopo una tripla di Caprari. Guerci, con 2 canestri da sotto, riduce il distacco a 9 lunghezze.

L’ultimo quarto scatta con un veloce uno-due di Guerci e Pagliari per il – 5. Pagliari commette il 5° fallo personale e lascia il campo ed il vantaggio dei locali rimane compreso tra i 5 e gli 8 punti. Al 37° però Trionfo subisce fallo da Prelazzi (il 5° anche per lui) e mette i 2 liberi, Mossi prende un rimbalzo difensivo e Calbini va a canestro: 88 – 85. Il Riviera è di nuovo sotto: il match vive fasi concitate, nelle quali Calbini prima e Baldassarre poi perdono palla, Masieri e Mossi prendono importanti rimbalzi, ma Becerra sbaglia il tiro e Mossi non riesce a gestire un pallone nelle sue mani. Nel 38° minuto Becerra riallunga, Calbini perde palla e Gironi commette il 5° fallo personale. Un rimbalzo offensivo di Baldassarre e un canestro da fuori di Becerra fanno esplodere i tifosi locali: in breve Castelletto torna a + 8 e può gestire il vantaggio.

In casa vadese c’è stata qualche recriminazione per la direzione arbitrale. Ai biancorossi non è andato giù il fatto accaduto al 26° minuto, quando sul punteggio di 60 – 59 hanno reclamato un fallo su Gironi, fermato senza troppi complimenti. Il mancato intervento degli arbitri ha dato via libera agli avversari che in poco tempo hanno allungato, complice anche un successivo tecnico al giocatore biancorosso.

“Abbiamo sempre considerato in modo sportivo anche gli errori arbitrali” dichiara il presidente del Riviera, Roberto Drocchi, “finora li abbiamo accettati come potevano essere quelli dei nostri giocatori. Ma ora la misura è colma, stavolta ci faremo sentire in Federazione. A Castelletto ci siamo sentiti presi in giro, il Riviera merita lo stesso rispetto di tutte le altre società e non può essere trattato in questo modo. Noi possiamo aver commesso degli errori, è normale, e forse avremmo potuto e dovuto vincere ugualmente. Però mi sembra giusto che ci lascino giocare ad armi pari: contro Castelletto non è stato così”.

Il tabellino:
Nobili Castelletto Ticino – Tirreno Power Vado Ligure 100 – 94
(Parziali: 23 – 28, 45 – 47, 77 – 68)
Nobili Castelletto Ticino: Marusic, Giadini 6, Rossetti, Masieri 7, Baldassarre 24, Caprari 19, Quaglia, Becerra 12, Prelazzi 16, Parente 16. All. Massimo Pettenuzzo.
Tirreno Power Vado Ligure: Benedusi, Bianchini ne, Ficetti ne, Derraa, Pagliari 11, Mossi 18, Trionfo 18, Gironi 6, Guerci 26, Calbini 15. All. Alessandro Crotti.
Arbitri: Mauro Moretti (Marsciano) e Angelo Valerio Bramante (Verona).

Tutte le partite del 16° turno hanno visto prevalere la squadra meglio piazzata in classifica. I risultati:
Paffoni Omegna – Witor’s Cremona 78 – 72
Jesolo San Donà di Piave – Miro Radici Finance Vigevano 57 – 68
Vem Sistemi Forlì – Sil Lumezzane 85 – 64
Nobili Castelletto Ticino – Tirreno Power Vado Ligure 100 – 94
Assigeco Casalpusterlengo – Pentagruppo Ozzano 76 – 75
Agricola Gloria Montecatini – Intertrasport Treviglio 79 – 94
Siram Fidenza – Banco Sardegna Cagliari 88 – 60

Le ultime 6 della classifica sono state tutte sconfitte. Il Riviera scivola a 4 lunghezze dalla zona playoff:
1° Vem Sistemi Forlì 26
2° Intertrasport Treviglio 22
2° Paffoni Omegna 22
4° Assigeco Casalpusterlengo 20
4° Miro Radici Finance Vigevano 20
6° Siram Fidenza 18
7° Pentagruppo Ozzano 16
7° Nobili Castelletto Ticino 16
9° Jesolo San Donà di Piave 14
9° Sil Lumezzane 14
11° Tirreno Power Vado Ligure 12
11° Witor’s Cremona 12
13° Agricola Gloria Montecatini 10
14° Banco Sardegna Cagliari 2

Sabato 1 febbraio alle ore 18, nel palasport di Quiliano, il Riviera se la vedrà con il Fidenza. All’andata terminò 94 – 86 per gli emiliani.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.