Savona, praticabilità delle strade e rifiuti abbandonati - IVG.it

La Fotonotizia di IVG.it

Savona, praticabilità delle strade e rifiuti abbandonati

[image:10026:c:s=1]

Come sappiamo, in questi giorni pre festivi, per i cittadini di Savona e quelli dei comuni limitrofi, la situazione viabilità si è di molto complicata a seguito della frana cha interessa un tratto della Via Aurelia; a ciò gli automobilisti (ed anche i pedoni) hanno dovuto cercare percorsi “alternativi”, ed una delle vie che sono state “scelte” è la piccola Via Turati. Ho scritto “scelte” perchè nulla è stato indicato formalmente da chi di cometenza del Comune di Savona, ma… questi è prontamente intervenuto a “sanzionare” gli abitanti di quella zona con una nutrita raffica di multe alle auto in sosta… ovviamente di informare preventivamente chi li ci vive ed abita non se ne è sentita l’esigenza.

Peccato che ciò non risolva proprio un bel niente; l’unico effetto è stato quello di esasperare i locali abitanti… altro fulgido esempio di “democrazia partecipata”! Ma oltre ad evidenziare il totale distacco tra istituzione comunale e cittadinanza, mi e vi domando: come mai nella loro solerte opera di controllo i tutori dell’ordine non hanno rilevato l’ignominoso stato di “consevazione” dei marciapiedi… nella foto che allego si può ben vedere la difficoltà che incontra un pedone nell’affrontare l’impresa di scendere per quella via, ed ancora mi e vi chiedo: come può essere sfuggita la mini discarica (abusiva???) che è in bella mostra in fondo alla via? Come è sfuggita la presenza di materiale fortemente inquinante tipo batteria per autoveicolo e la carcassa di un televisore? E se non ricordo male l’abbandono di simili “rottami” non è penalmente rilevante? Vi chiedo di comprendere queste “lamentele” che no sono fini a se stesse ma che vogliono rimarcare la sempre più netta distanza tra “potere politico” e cittadini.

Daniele Ciccardi

[image:10027:c:s=1]

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.