Economia

Comitato portuale: via libera a progetti e investimenti

Savona. Ultima seduta dell’anno per il Comitato portuale che, questa mattina, ha dato il via libera ad alcuni importanti progetti e investimenti che riguardano la piattaforma Maersk di Vado Ligure e la banchina Alti Fondali con le attività carbonifere.

E’ stato infatti deciso il potenziamento degli impianti rinfuse agli Alti Fondali in vista dell’entrata a regime alla fine del 2009, con la fornitura di una gru elettrica e di una tramoggia mobile all’interno del progetto preliminare sviluppato per garantire il massimo rispetto ambientale e minori costi, oltre a maggiore flessibilità delle operazioni.

Via libera anche al progetto preliminare del sovrappasso all’Aurelia nel Comune di Vado, progetto completato dallo studio Molfino&Longo e Studio 4 Architetti Associati di Genova, che si erano aggiudicati il concorso di idee bandito dall’Autorità portuale di Savona a fine marzo.

“Un preliminare avanzato”, come è stato definito dal presidente Rino Canavese che contiene elementi innovativi per le condotte carbonifere e per le infrastrutture di collegamento in sovrappasso, con un costo finale preventivato in 17 milioni di euro.

Approvazione unanime anche per il progetto definitivo della nuova sede dell’Autorità Portuale nelle aree demaniali ex Italsider. La soluzione definitiva prevede un costo di 7milioni e 900mila euro giustificati da una ridefinizione degli spazi, da un aumento delle superfici per gli uffici, i locali di servizio, di archivio e gli spazi di riunione e rappresentanza oltre che dall’esigenza di rispettare l’indicazione di inserire elementi architettonici di maggior pregio e più consoni al livello di prestigio che deve avere la nuova sede richiesti dalla Sovrintendenza regionale e dall’adozione di soluzioni tecniche ed impiantistiche rispondenti ai più moderni criteri ecologici e di risparmio energetico.

Tra i punti approvati, il Comitato ha dato via libera anche ad una serie di interventi di manutenzione nei bacini portuali di Savona e Vado, tra cui sono anche stati stanziati circa 100mila euro per il ponte Capasso di collegamento fra città e porto, alle prese con ripetuti problemi meccanico-strutturali, sfociati nei mesi scorsi nella sospensione della manovra di apertura durante le ore centrali del periodo estivo.

Il Comitato portuale ha quindi espresso voto favorevole alla richiesta di ampliamento della concessione per le aree 6-7 avanzata da Costa Crociere, parere che consentirà in tempi brevi la pubblicazione del bando per l’assegnazione e dato parere positivo all’ingresso di TRI nel capitale di SFAT, peraltro già inserito nell’Accordo di programma a suo tempo sottoscritto con il governo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.