In Liguria il tasso di natalità più basso d'Italia - IVG.it

In Liguria il tasso di natalità più basso d’Italia

Gravidanza

[thumb:1257:l]Liguria. La Liguria si conferma la Regione con il tasso di natalità più basso d’Italia: 7,5, inferiore alla media nazionale pari a 9,5 nati per mille abitanti. E’ quanto emerso in occasione del Congresso nazionale della Federazione italiana di ostetricia e ginecologia (FIOG). Nel 2007 in Liguria, secondo i dati Istat, sono nati 12.156 bambini dei quali 6.357 maschi e 5.799 femmine.

Il mese in cui sono nati più bambini è stato quello di luglio. Il bilancio demografico è risultato negativo (i morti sono stati 20.999) con una crescita naturale per il 2007 pari a meno 5,3 ogni mille abitanti: la percentuale, in negativo, più alta in Italia. Matteo e Giulia i nomi più gettonati nella regione. La speranza di vita è di 78,3 anni per gli uomini e 84 anni per le donne, in linea con la media nazionale.
Anche in Liguria, come nelle altre regioni, si assiste ad un cambiamento delle abitudini riproduttive: se in Italia l’età media delle madri è intorno ai 31 anni, in Liguria sono diventate madri soprattutto le donne tra i 30 e i 34 anni e 32 dopo i 45 anni, non necessariamente alla prima gravidanza.

In Liguria – le cifre sono del Cedap del Ministero della Salute – il 98,5 per cento dei parti avviene nelle strutture pubbliche e quasi l’1 per cento in quelle private. Molti i controlli eseguiti in gravidanza: quasi in 96 gravidanze su cento vengono effettuate più di 4 visite e il numero medio di ecografie per gravidanza è pari a 6,3 – il più alto in Italia – anche se il Ministero della Salute indica in 3 ecografie il valore raccomandato.

Ogni cento donne in gravidanza, in Liguria, circa 28 si sottopongono ad amniocentesi. Ogni cento parti, in Liguria, quasi 35 avvengono con taglio cesareo e riguardano principalmente donne di cittadinanza italiana. Meno della media nazionale (37,3) ma comunque un valore piuttosto elevato. In Liguria si contano sei centri in cui viene praticata la procreazione medicalmente assistita, l’1,8 per cento di quelli presenti sul territorio nazionale (in totale 342). Quasi il 66,7 per cento dei Centri in Liguria è pubblico (4 centri) e il 33,3 per cento privato (2 centri). Non ci sono Centri privati convenionati.

Per quanto riguarda le interruzioni volontarie di gravidanza, nel 2007, in Liguria, sono calate del 4,7 per cento rispetto all’anno precedente. Sono stati eseguiti, infatti, 3.526 interventi contro 3.700 del 2006. Il tasso di abortività (tasso di aborto ogni mille donne tra i 15 e i 49 anni, l’indice più significativo) in Liguria è stato per il 2007 pari 10,5 (-4,1 rispetto al 2006).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.